L’omosessualità è una scelta libera per Mahmood: gli utenti di Twitter contro l’artista

Il cantautore è sceso in campo a sostegno del ddl Zan
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Elodie, Fedez, Levante e Matilda De Angelis sono solo alcuni degli artisti scesi in campo, in questi giorni, per sostenere la legge contro l’omotransfobia di Alessandro Zan e riportare sotto la lente di ingrandimento l’urgenza della sua approvazione contro il rinvio della discussione in Parlamento.

LEGGI QUI FEDEZ E ALESSANDRO ZAN IN DIRETTA IG PER PARLARE DELL’OMOTRANSFOBIA 

Tra gli artisti che si sono espressi in favore del ddl Zan c’è anche Mahmood

È di fondamentale importanza approvare la legge Zan. Ho sempre pensato che episodi di discriminazione basati sul sesso, sull’identità di genere e sull’orientamento sessuale debbano essere condannati. Mi è capitato più volte di assistere impotente a scene di questo tipo, soprattutto durante la mia adolescenza. A volte, forse per paura o per debolezza, mi sono trovato inerme davanti a situazioni che per me erano e sono una violenza. Violenza che uccide la libertà di ciascuno di essere se stesso. Ora ho 28 anni e sento di avere, come tutti, la responsabilità di sostenere questo disegno di legge“, ha scritto il vincitore di Sanremo 2019 sulle storie di Instagram.

Oggi, però, il cantautore è finito tra i trend di Twitter per alcune sue dichiarazioni rilasciate in un’intervista.

Davanti a questa dichiarazione il popolo “dell’internet” si è diviso a metà. Tra gli utenti di Twitter c’è chi lo sostiene affermando che il cantante si è semplicemente espresso male e chi lo critica amaramente.

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it