Ho la maturità ed ho paura di non farcela, temo proprio di crollare…

Cari esperti, da quando siamo rientrati a scuola non riesco più a trovare la concentrazione per studiare. E’ vero che sono solo 2 giorni ma mi sento già molto stressata e stanca e non vedo l’ora che l’anno si concluda.
Il problema è che ho la maturità ed ho paura di non farcela. Non penso alla bocciatura ma ho paura proprio di crollare. A volte piango senza motivo o sento il bisogno di urlare. Mia sorella mi prende in giro e dice che sono pazza. Aiuto, che fare?

Marta


Cara Marta,
immaginiamo quanto possa essere difficile il rientro a scuola soprattutto dopo tutta questa discontinuità. Voi ragazzi poi avete pagato il prezzo più alto di questo periodo di instabilità, con il susseguirsi di cambiamenti repentini e continui; la scuola in primis con le continue chiusure e adattamenti ha fatto fatica a restare un punto fermo per voi ragazzi.
Tutti questi fattori hanno di certo inciso sulla concentrazione, motivazione e serenità nel fare le cose, rendendo più complesso a volte affrontare le normali attività quotidiane. Sei all’ultimo anno dovresti essere immersa nella progettualità, nel futuro, nel viaggio dei maturandi con gli amici, nelle innumerevoli strade che di possono percorrere. Ma ti ritrovi a confrontarti con numerosi limiti, precauzioni, distanze, con questa precarietà continua di chi non sa mai cosa aspettarsi il giorno dopo. Va bene essere flessibili ma a volte tutto questo caos ci fa sentire profondamente persi.
Comprendiamo la tua paura di non farcela ma forse a volte arriva il momento di doversi lasciar andare e tirare fuori le nostre paure e fragilità. Il bisogno di piangere e di urlare probabilmente esprimono la profonda necessità di comunicare il malessere che percepisci. Hai già provato a farlo con i tuoi genitori o con qualche amico più ristretto? 
Esprimere il proprio sentire, confrontarsi può esser fondamentale per sentirsi compresi ed alleggerire questo carico emotivo così forte; ascoltare e integrare altre prospettive e punti di vista.

Inoltre potresti pensare di rivolgerti allo sportello psicologico della tua scuola (se presente) per chiedere un sostegno in questo momento difficile e superare quel senso di incomunicabilità.
Speriamo potrai ritrovare presto la tua forza confrontandoti, percepire le tue risorse e recuperare una serenità nel tuo quotidiano.
Un caro saluto!

8 Aprile 2021