Claudio Amendola sull’omotransfobia: “L’Italia è un Paese di maschi ignoranti”

Standing ovation dal popolo del web per dichiarazioni dell'attore

ROMA – Omofobia e sessismo, questi i temi al centro dell’ultima puntata del Maurizio Costanzo Show. Tra gli ospiti, Tommaso Zorzi, Jean Pierre Moreno – l’attivista Lgbtq aggredito insieme al suo fidanzato alla stazione di Valle Aurelia da un uomo, infastidito dal bacio tra i due ragazzi – e Claudio Amendola. L’attore ha detto la sua su quanto l’Italia sia ancora un Paese retrogrado.

L’INTERVENTO DI CLAUDIO AMENDOLA AL MAURIZIO COSTANZO SHOW

La mia generazione è stata educata da padri padroni (non il mio): generazioni di maschi ignoranti. C’è una cultura in questo Paese molto profonda, che è la stessa cultura che parla delle donne, che parla delle minoranze, che parla degli stranieri, e il comune denominatore è l’ignoranza atavica, che non è l’ignoranza di non aver studiato, ma è ignoranza di sentimenti, dell’anima. E li conosco quegli uomini, sono gente che frequentiamo che stanno nelle palestre, negli uffici e nel mondo. Quella è gente che noi dobbiamo sputtanare, che non dobbiamo frequentare. Quando un vostro amico dice ‘io non ho mandato la mia ragazza a ballare con le amiche’ quella è una persona da non frequentare…e ragazze, lasciateli quei tipi di uomini“. 

Standing ovation virtuale dal popolo del web per Claudio Amendola. Le sue dichiarazioni, come si legge dai post degli utenti di Twitter, sono state molto apprezzate sia per il contenuto sia per il fatto che l’attore sia sia esposto mettendoci la faccia.

“Claudio Amendola”:
Per questo intervento al #MaurizioCostanzoShow pic.twitter.com/YgM7VA4Gfv

— Perché è in tendenza? (@perchetendenza) April 8, 2021

2021-04-08T18:50:31+02:00