Ho difficoltà con il profilattico a causa del mio prepuzio esuberante…

Buongiorno esperti, vi scrivo per un dubbio che mi rende inquieto: sto sperimentando la sessualità e mi sono reso conto di avere difficoltà con il profilattico a causa del mio prepuzio esuberante: non si mantiene in posizione, tende a sfilarsi e soprattutto mi azzera la sensibilità. In pratica non sento niente e dopo pochissimo perdo l’erezione. Mi sono anche rivolto ad un andrologo che non ha saputo consigliarmi…io sono un po’ giù perché so dell’importanza del profilattico ma non mi è complice: posso proteggermi in altro modo? Ora come ora è una situazione deleteria, e il fatto è che vorrei evitare la circoncisione pur sapendo che non è rischiosa.

Anonimo


Caro Anonimo,
rispetto ai profilattici esistono in commercio diverse misure e tipologie, magari devi trovare quello che maggiorente è più adatto a te. Altre volte viene anche consigliato l’uso dei lubrificanti che aiutano meglio l’inserimento ed evitano i rischi di una eventuale rottura.
Anche l’ansia e la rigidità possono essere dei fattori che incidono rispetto alla percezione sensoriale. Vivere il rapporto con un importante stress, ad esempio con la preoccupazione che si rompa il contraccettivo o che tu possa perdere l’erezione, distoglie dal momento e dalla possibilità di entrare in contatto con le proprie emozioni e sensazioni e compromettere l’erezione.
Potrebbe essere utile, nello specifico, ricercare una maggiore complicità con la tua ragazza, magari dando più spazio alle fase preliminari e sciogliere le tensioni. Esistono anche altri metodi contraccettivi in commercio dai contraccettivi orali, al cerotto o anello vaginale. Tuttavia l’unico strumento per prevenire la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili è il profilattico. Esiste, in realtà, anche un profilattico femminile che potrebbe essere utilizzato durante i rapporti.
Per la circoncisione, l’andrologo stabilirà la reale necessità o urgenza dell’intervento. Non è detto che un pene circonciso abbia una maggiore sensibilità. Non sottovalutare l’ansia e il ruolo delle aspettative che in questi casi possono incidere sulle prestazioni e la sensorialità.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it