“Zero” di Mahmood è fuori: ascolta la canzone colonna sonora della serie Netflix

Il brano è il secondo estratto dal disco in uscita "Ghettolimpo"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un nuovo livello di conoscenza è stato sbloccato. Mahmood ci conduce nel suo “Ghettolimpo”, l’album in uscita l’11 giugno, con una nuova canzone. È su tutte le piattaforme da oggi “Zero”, brano colonna sonora della serie originale di Netflix, nata da un’idea di Antonio Dikele Distefano.

Scritta da Mahmood, D. Petrella, D. Faini e prodotta da Dardust, “Zero” è un’altra perla urban del cantautore vincitore del 69esimo Festival di Sanremo nel 2019. Arriva, infatti, dopo l’apriprista “Inuyasha”.

ASCOLTA LA CANZONE ↓

Il testo

[Strofa 1]

Okay, non è più il caso di lasciare stare, fa come ti pare

Da sopra a un altare non mi giudicare

Se corro nudo sotto un temporale

Meglio stare soli sotto questa pioggia fluo quando cadi

Se ti dico cosa penso, poi, tu rimani?

Forse sono bravo più a nascondere, soffio la polvere

Via da questi anni strani passati a rincorrere

Ognuno ha le sue muse, con te non ho scuse

Parole confuse, disegno meduse

[Pre-Ritornello 1]

E allora su di me

Le tue paure puoi lasciarle cadere su di me, su di me

Su di me

Quello che senti puoi lasciarlo cadere su di me, su di me

Su di me

Quello che posso fare? Provare a non mentire

[Ritornello]

Perché fuori è già notte

Le nostre voci sono rotte

Il buio è un cane che non morde

Prometto di essere più forte

Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

[Post-Ritornello]

Per me sei tutto anche se siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

[Strofa 2]

Okay, non ne parliamo più

Ho fatto un po’ di ordine nel caos e resti solamente tu

Bisogna attraversare strade assai pericolose

Per arrivare al senso delle cose

È tutto già scritto, il futuro è in affitto

L’amore è un conflitto, fissiamo il soffitto

[Pre-Ritornello 2]

E allora su di me

Le tue paure puoi lasciarle cadere su di me, su di me

Su di me

Queste cazzate puoi lasciarle cadere su di me, su di me

Su di me, ah

[Ritornello]

Perché fuori è già notte

Le nostre voci sono rotte

Il buio è un cane che non morde

Prometto di essere più forte

Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

[Post-Ritornello]

Per me sei tutto anche se siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

Per me sei tutto anche se siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

[Bridge]

Nulla è zero se lo paragoni al cielo

Dimmi che anche tu lo sai

Dimmi che anche tu lo sai

Nulla è zero se lo paragoni al cielo

Dimmi che anche tu lo sai

Dimmi che anche tu lo sai

[Ritornello]

Perché fuori è già notte

Le nostre voci sono rotte

Il buio è un cane che non morde

Prometto di essere più forte

Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero, eh

[Post-Ritornello]

Per me sei tutto anche se siamo

Zero, zero, zero, zero

Zero, zero, zero, zero

[Outro]

Nulla è zero se lo paragoni al cielo

Dimmi che anche tu lo sai

Dimmi che anche tu lo sai

Zero, zero, zero, zero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it