Ho paura di essere incinta nonostante il nostro essere responsabili…

Ho avuto il ciclo il 19 marzo 2021, e un breve rapporto con il mio ragazzo il 6 aprile. Abbiamo sempre utilizzato il preservartivo, controllandolo a rapporto completo (lui prima di venire esce fuori nonostante il preservativo) e anche durante l’ultimo rapporto sembrava integro. Da premettere che ho sempre avuto un ciclo regolare, la cui media si aggirava sui 27 giorni ma adesso sono al 35esimo giorno e non mi è ancora venuto il ciclo. Ho mal di schiena e mal di testa, i capezzoli molto gonfi e il seno dolorante, in questo ultimo periodo sono stata molto stressata a causa della scuola per mantenere la mia media alta. Ho paura di essere incinta nonostante il nostro essere sempre responsabili, che ne pensate? In attesa di un riscontro da parte vostra, vi ringrazio di tutto il supporto che date alle giovani coppie come noi.

Francesca, 18 anni


Cara Francesca,
comprendiamo i tuoi timori, sai è naturale avere dei dubbi in tema di sessualità. Innanzitutto affinchè avvenga un concepimento deve esserci stato un rapporto non protetto con penetrazione ed eicaulazione interna ai genitali femminili durante i giorni fertili della donna, che in un ciclo regolare cadono all’incirca tra l’11°ed il 18° giorno di ciclo.
Da quello che ci racconti avete avuto un rapporto protetto, senza alcuna rottura di preservativo e l’eiaculazione è avvenuta esternamente. Inoltre avete anche controllato l’integrità del preservativo. Pertanto non dovrebbero esserci rischi. Devi sapere che il preservativo se usato correttamente è molto affidabile quale metodo anticoncezionale ed anche come mezzo per proteggersi contro le malattie sessualmente trasmissibili.
Il ciclo non è sempre uguale e subendo l’influenza di fattori quali oscillazioni ormonali, cambi stagionali, ansie e stress può subire ritardi o anticipi, senza che ciò indichi una ipotetica gravidanza, può quindi capitare che in alcuni periodi ci siano dei ritrdi. Inoltre, i sintomi di cui ci parli sembrerebbero essere riconducibili alla sindrome pre-mestruale.
Se dovesse continuare il ritardo potresti consultare il ginecologo di fiducia per capire le cause e trovare la soluzione più adatta per te.
Torna a scriverci ancora se vuoi,
Un caro saluto

2021-08-05T23:09:24+02:00