Botta e risposta tra LeBron e Trump dopo la morte della ragazza afroamericana

Il giocatore dei Lakers è stato criticato dall'ex presidente degli Stati Uniti per un Tweet sulla giovane uccisa

ROMA – Per le strade americane cresce la rabbia degli afroamericani, alimentata da fatti di cronaca che vedono sempre più persone nere uccise dalla polizia. Ultima vittima in ordine di tempo è la 16enne dell’Ohio, morta per mano di un agente di polizia a Columbus.

L’episodio, l’ennesimo, ha contribuito ad alimentare la spaccatura di un’America già divisa, in cui sono molte le coscienze impotenti e rassegnate. Tra queste anche LeBron James che sui social ha puntato il dito contro le forze dell’ordine accusandole di essere responsabili dell’omicidio della ragazza. In un post, pubblicato inizialmente, il giocatore dei Lakers avrebbe allegato la foto dell’agente colpevole dell’omicidio, per poi cancellare tutto e sostituirlo con la frase: “Sono talmente stanco di vedere neri uccisi dalla polizia”.

I’m so damn tired of seeing Black people killed by police. I took the tweet down because its being used to create more hate -This isn’t about one officer. it’s about the entire system and they always use our words to create more racism. I am so desperate for more ACCOUNTABILITY

— LeBron James (@KingJames) April 21, 2021

Sul post cancellato LeBron James ha poi spiegato che lo ha rimosso perché “era usato per generare ancora più odio. Non si tratta di un agente di polizia, si tratta dell’intero sistema e usano sempre le nostre parole per creare ancora più razzismo. Voglio che le persone siano viste più come responsabili per le loro azioni”. 

Il tweet del giocatore però, non è passato inosservato all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha accusato LeBron di frasi razziste: “Dovrebbe concentrarsi sul basket piuttosto che assistere alla distruzione della Nba, che ha appena registrato i suoi tassi di pubblico più bassi nella ricca storia di questo campionato”, ha detto Trump. Aggiungendo che “i suoi commenti razzisti dividono, sono meschini, offensivi e sprezzanti. Sarà anche un grande giocatore di basket, ma non sta facendo nulla per riunire il nostro Paese”.

2021-04-23T17:12:39+02:00