Nomadland, dopo la vittoria agli Oscar arriva il 29 aprile in sala

Il film di Chloe Zhao sarà disponibile dal 30 aprile anche su Star
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – A trionfare nella notte degli Oscar, dopo il Leone d’Oro all’ultima Mostra del Cinema di Venezia e due importanti riconoscimenti ai Golden Globe 2021 (Miglior film drammatico e Migliore regia), è stato Nomadland: il road movie, targato Searchlight Pictures, sui nomadi d’America. Il lungometraggio si è aggiudicato tre Academy Award come Miglior film, Miglior regia per Chloe Zhao, la prima donna di origini asiatiche ad aver vinto questo riconoscimento, e Miglior attrice protagonista per Frances McDormand.

Basata sul libro di Jessica Bruder Nomadland. Un racconto d’inchiesta (edito in Italia da Edizioni Clichy), la pellicola debutterà il 29 aprile nelle sale italiane (inizialmente atteso a maggio) e il 30 aprile su Star all’interno di Disney+.

Mi congratulo con Chloe Zhao e Francis McDormand per i tre Oscar, che premiano l’audacia artistica e la sensibilità umana e sociale con cui hanno dato voce ai dimenticati da un’idea di progresso, che ignora i valori più autentici della solidarietà e della condivisione. È un onore e un vanto per la Mostra del Cinema di Venezia aver contribuito a far conoscere quest’opera prodigiosa al mondo intero“, ha dichiarato Alberto Barbera, direttore della kermesse (in programma dall’1 all’11 settembre al Lido di Venezia).

LEGGI QUI TUTTI I VINCITORI DEGLI OSCAR

È la seconda volta in quattro anni, dopo La forma dell’acqua – The Shape of Water (2017) di Guillermo del Toro, che il film vincitore del Leone d’oro riceve l’Oscar per il miglior film. Nella storia della Mostra di Venezia, questa doppia vittoria era avvenuta in precedenza per Amleto (1948) di Laurence Olivier. Negli ultimi anni, l’Academy Award al miglior film è andato ad altri film presentati in prima mondiale alla Mostra: Birdman (2014) di Alejandro G. Inarritu e Il caso Spotlight (2015) di Tom McCarthy. Sempre negli ultimi anni, la statuetta alla miglior regia è andato, tra gli altri, a Gravity (2013) di Alfonso Cuaron, Birdman, La La Land (2016) di Damien Chazelle, La forma dell’acqua – The Shape of Water, Roma di Alfonso Cuaron, tutti presentati in prima mondiale alla manifestazione cinematografica diretta da Barbera.

Inoltre, è la seconda volta nella storia degli Oscar che un film diretto da una donna vince l’Oscar per il miglior film e la miglior regia, dopo Hurt Locker (2008) di Kathryn Bigelow, anch’esso presentato in prima mondiale a Venezia.

NOMADLAND, IL POSTER

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it