Può la tiroide fargli ritardare il ciclo anche se è così giovane?…

Salve Esperti vi riscrivo sempre per conto della mia ragazza, vi avevo scritto tempo fa perché preoccupato per il suo ritardo del ciclo mestruale avvenuto bensì dopo 3 mesi di ritardo ( lei ha 18 anni), alla fine aveva fatto anche il test di gravidanza ed era risultato negativo, adesso è quasi 2 mesi ancora che gli salta il ciclo e premetto che abbiamo sempre fatto rapporti protetti da preservativo dall’inizio alla fine e ogni volta a fine rapporto controllo con l’acqua se il preservativo è intatto e fino ad ora mi sono sembrati normali. La mia domanda è la seguente, lei ha già avuto sintomi come un po’ di dolore alle ovaie o seno dolente però niente ciclo, volevo chiedervi se il problema è la tiroide che pure lei ha detto che da parte di sua madre e sua zia può soffrire di tiroidismo, infatti venerdì ha l’ecografia alla tiroide per vedere infatti se è tutto ok, io mi chiedo può la tiroide fargli ritardare il ciclo anche se è così giovane? E il problema quindi penso di escludere una gravidanza indesiderata è quello della tiroide, perché mi sembra strano che una ragazza così giovane ne possa soffrire o magari se ha altri problemi per il ritardo del ciclo quali possono essere? Grazie mille per le eventuali risposte

Stefano


Caro Stefano,
immaginiamo che non siano momenti facili e che le paure prendano il sopravvento ogni qual volta non si presenti il ciclo. Ma da quello che ci hai raccontato avendo sempre rapporti protetti dall’inizio alla fine senza incidenti di percorso ci sembra davvero improbabile che si possa instaurare una gravidanza.
Le irregolarità del ciclo non sono solo connesse al concepimento ma
anche ad altri fattori di tipo organico come ad esempio patologie dell’ipotalamo, dell’ipofisi, le infezioni dell’utero, delle ovaie, lo squilibrio dell’attività tiroidea o delle ghiandole surrenali, presenza di cisti o fibromi uterini. Potrebbero esserci anche ulteriori fattori funzionali come ad esempio restrizioni eccessive sull’alimentazione, assunzione di farmaci e/o droghe, fisiologici sbalzi ormonali, cambio di stagione, ma soprattutto stress fisici ed emotivi. Nello specifico situazioni di ipotiroidismo o ipertiroidismo possono entrambi determinare variazioni ormonali e quindi avere ripercussioni sul ciclo. Vista la familiarità ha fatto bene la tua ragazza a prenotare un’ecografia alla tiroide in modo da poter approfondire la situazione e capire meglio la situazione. Se nel caso vi fosse una predisposizione genetica, seppure in giovane età, possono emergere dei valori tiroidei non funzionali che non devono destare allarmismi particolari, la giusta cura farmacologica e una dieta appropriata aiuterà poi a trovare un equilibrio.
Potrebbe inoltre confrontarsi anche con il ginecologo successivamente per capire meglio come intervenire su questi ritardi. 
Facci sapere come procedono le cose.
Un caro saluto! 

2021-08-05T23:08:38+02:00