Achille Lauro a Le Iene: “Ecco cosa rispondo a chi mi grida fr***o per strada”

Il rapper senza filtri ospite dell'ultima puntata del programma di Italia Uno

28 Aprile 2021

ROMA – Camaleontico e misterioso, Achille Lauro sa sempre dare la risposta giusta alle domande che riceve. A maggior ragione, se a farle sono Le Iene, lo show di Italia Uno dove ieri è stato ospite per presentare il suo ultimo singolo, “Marilù”. Semplicemente impossibile tirarsi indietro al terzo grado tipico del programma.

Dai live con “quattro gatti” al palco del Festival di Sanremo

Sotto la lente di ingrandimento di Nicola Savino, così, Lauro si è raccontato dopo la sua performance. Canzone che il rapper, ironicamente definisce “già un successo”. Lui che da piccolo aveva in camera il poster di Britney Spears ed è scappato di casa a 14 anni per andare a vivere con suo fratello. In quegli anni tanti i sacrifici, un lavoro come magazziniere e le esibizioni davanti a “quattro gatti”. Live che il 30enne definisce “vera prova per poi spogliarsi sul palco di Sanremo”. Immagini impresse nella mente di tutti ma che, a qualcuno, hanno fatto storcere il naso. 

Achille Lauro sull’omofobia in Italia

E così quando Savino gli chiede “Cosa si risponde a chi ti grida fr***o per strada?”, Achille Lauro non si nasconde e risponde: “Mi faccio una risata e gli dico che è un ignorante”. Ancora una volta (come abbiamo scritto QUI), il rapper sostiene l’importanza dell’approvazione del Ddl Zan perché, spiega, “Non posso credere che l’Italia sia ancora a questo punto”

E se c’è chi nel nostro Paese si preoccupa più di uno smalto per uomini, come ha sottolineato anche Fedez nei giorni scorsi, Lauro definisce “maschilista e omofoba” la società del 2021. E neanche il suo ambiente sta meglio: “Mi sta sui co****i il fatto che la abbia preso più valore il selfie che la musica”.

Per  l’intervista clicca QUI

2021-04-30T18:36:56+02:00