“Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino”, l’agghiacciante storia vera che ha ispirato la serie

8 episodi dal 7 maggio su Amazon Prime Video

Arriva il 7 maggio su Amazon Prime Video, “Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino”, serie tedesca in otto episodi che farà sicuramente discutere.
Crudo e terribilmente esplicito, lo show è l’ambientazione in chiave moderna del romanzo omonimo “Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino”, scritto nel 1978 dai giornalisti K. Hermann e H. Rieck e da Christiane Vera Felscherinow. Quest’ultima, oltre ad essere la protagonista della storia, è anche la persona a cui essa si ispira. Il romanzo, infatti, è un racconto autobiografico della sua adolescenza, scandita da  violenze, abusi, droga e prostituzione, culminata nel tunnel della tossicodipendenza.

Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino

Il libro a sua volta ha ispirato il film cult “Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino” del 1981, diretto da Uli Edel. Fu grazie al successo della pellicola che la piaga della tossicodipendenza giovanile venne posta sotto i riflettori in Europa, fino a quel  momento quasi all’oscuro di quella oscura realtà.

La storia segue Christiane, adolescente di 14 anni che, a causa della sua difficile situazione familiare, inizia a trovare rifugio nelle droghe. Christiane conoscerà i ragazzi della Bahnhof Zoo, stazione ferroviaria di Berlino nei pressi della quale i giovani tossicodipendenti si prostituiscono per comprare eroina.

Inizialmente restia, anche lei proverà l’eroina, finendo in inghiottita da quel mondo distruttivo.

Oltre alla protagonista, interpretata da Jana McKinnon, la serie seguirà le vicende di tutti i ragazzi coinvolti nella storia, Stella (Lena Urzendowsky), Babsil (Lea Drinda), Benno (Michelangelo Fortuzzi), Axel (Jeremias Meyer) e Michi (Bruno Alexander ).

2021-05-04T11:12:22+02:00