Il percorso di Giulia Stabile: dai casting alla finale di Amici 20 – VIDEO

Una compilation imperdibile dedicata alla ballerina rivelazione di questa edizione!
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Giulia Stabile è la vincitrice di Amici 20.

Versatile, elegante, leggera, empatica. Sono davvero tanti gli aggettivi che descrivono la sua danza.
Tra gli allievi più amati di questa edizione, Giulia si è da subito distinta per il suo innegabile talento, riconosciuto da tutti i professori della scuola (compresa la prof Alessandra Celentano!).
Non sorprende che abbia conquistato una nutrita schiera di fan, grazie alla quale in ogni serale sie è aggiudicata il premio di gradimento TIM.
E Amici 20.
Giulia è arrivata alla finalissima contro Sangiovanni, conquistando la vittoria. È la prima ballerina (donna) a vincere il talent.

Leggi anche: Amici 20, Giulia vince l’edizione più bella della storia del talent

Il percorso di Giulia

Per festeggiare la vittoria, ripercorriamo il percorso di Giulia Stabile nella scuola di Amici con una compilation delle sue esibizioni più belle (anche se meritavano tutte!).

Chi è Giulia Stabile?

Classe 2002, Giulia è nata a Roma, dove vive con il papà e la mamma spagnola. Ha scoperto la passione per la danza quando aveva 3 anni: da allora non ha mai smesso di ballare!
Ha studiato anche la danza classica, ma il suo stile è il modern. Prima di entrare ad Amici 20 ha preso parte all’edizione del 2014 di Ti Lascio una Canzone, il programma di Rai 1 condotto da Antonella Clerici.
Giulia fa parte della professional Dance Crew Nough Megacrew

Attualmente è impegnata con il cantante Sangiovanni, conosciuto proprio nella scuola di Amici. I due formano una coppia irresistibile, tanto che il web ha coniato per riferirsi a loro il termine “Sangiulia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it