David di Donatello 2021, premiati Matilda De Angelis e Pietro Castellitto

TUTTI I VINCITORI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Cerimonia di premiazione in presenza, tappeto rosso con i protagonisti del cinema italiano, omaggi, ricordi e tanta emozione. Quella per la ripartenza del settore spettacolo, in crisi da oltre un anno a causa della pandemia, con l’augurio che le sale cinematografiche e i teatri possano tornare ad essere nuovamente animati dal pubblico. Senza dimenticare l’opening con Laura Pausini, che si è esibita dal Teatro dell’Opera con la sua Io sì (Seen), brano del film La vita davanti a sé di Edoardo Ponti con Sophia Loren. Tutto questo è stata la 66esima edizione dei Premi David di Donatello, in diretta su Rai1 dagli studi ‘Fabrizio Frizzi’ (alla presenza degli attori, delle attrici e dei registi) e dall’Opera di Roma (alla presenza dei candidati delle categorie tecniche). Ancora una volta, Carlo Conti al timone del programma.

DAVID 66, IL TRIONFO DI VOLEVO NASCONDERMI

Volevo nascondermi di Giorgio Diritti è stato il più nominato e il piu’ premiato. Il film sul pittore Antonio Ligabue si è aggiudicato, su quindici nomination, sette statuette: Miglior film, Miglior regia, Miglior attore protagonista a Elio Germano, Miglior scenografia, Migliore autore della fotografia, Miglior acconciatore e Miglior suono.

A tutti i lavoratori e le lavoratrici dello spettacolo. A tutti gli artisti, soprattutto a quelli dimenticati“, la dedica che Elio Germano ha fatto dopo avere ricevuto il riconoscimento.

LEGGI QUI LA RECENSIONE DI VOLEVO NASCONDERMI

A seguire con tre premi ciascuno L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney Sibilia (Miglior attrice non protagonista a Matilda De Angelis, Miglior attore non protagonista a Fabrizio Bentivoglio e Migliori effetti visivi) e Miss Marx di Susanna Nicchiarelli (Miglior costumista, Miglior compositore e Miglior produttore).

LEGGI QUI LA RECENSIONE DE L’INCREDIBILE STORIA DELL’ISOLA DELLE ROSE

Il premio David di Donatello 2021 per la miglior canzone originale è andato a sorpresa a Immigrato di Checco Zalone, brano del suo primo film da regista ‘Tolo Tolo’. “Se lo sapevo venivo“, ha detto Zalone in collegamento, per poi chiudere con un commento ironico sul suo successo: “La solita cricca di sinistra…“. Luca Medici, questo il nome di nascita di Checco, ha soffiato questo riconoscimento a Laura Pausini, dopo la vittoria del Golden Globe e il mancato Oscar per ‘Io si’ (Seen)’, brano del film La vita davanti a sé. La pellicola Netflix di Edoardo Ponti ha conquistato il David alla Miglior attrice protagonista, andato a Sophia Loren.

Ho ricevuto il mio primo David più di sessant’anni fa, ma oggi sembra la prima volta: l’emozione è la stessa e anche di più. Sono grata a mio figlio. Forse sarà il mio ultimo film, questo non lo so, ma dopo averne fatti tanti ho ancora voglia di farne uno. Io senza il cinema non posso vivere“, ha detto la Loren nel ricevere il premio sopraffatta dall’emozione.

GUARDA QUI L’INTERVISTA A PIETRO CASTELLITTO

LEGGI QUI LA RECENSIONE DE I PREDATORI

Tra i premiati anche Pietro Castellitto per il suo I predatori, che si è portato a casa il riconoscimento per il Miglior regista esordiente, e il compianto Mattia Torre. Allo sceneggiatore, scomparso nel 2019, è andato il David alla Miglior sceneggiatura originale per ‘Figli’. A ritirare il premio e’ stata sua figlia Emma, accompagnata sul palco da sua madre Francesca. “Faccio i complimenti a papà anche se non c’è più e alla mia mamma che non si arrende mai. Dedico questo premio alle ostetriche che fanno nascere i figli, ma anche ai medici e agli infermieri che si impegnano a non far volare via le persone. Bravo papà“, ha detto la bambina emozionata per il premio e per la standing ovation in teatro.

Premiato anche Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli con il David al Miglior Documentario. 

LEGGI QUI LA RECENSIONE DI MI CHIAMO FRANCESCO TOTTI E GUARDA L’INTERVISTA

Il David al Miglior film Straniero è andato a 1917 di Sam Mendes, distribuito da 01 Distribution. A ritirare il premio Luigi Lonigro, presidente nazionale distributori (Anica): “Dedico questo riconoscimento a tutti i distributori cinematografici italiani e agli oltre 30mila ai lavoratori dell’esercizio fermi da oltre un anno ma che sono pronti per far ripartire la macchina dei sogni“, ha detto Lonigro.

La cerimonia di premiazione non è stata animata soltanto dai candidati e dai vincitori ma anche dalla celebrazione dei protagonisti che hanno reso grande il nostro cinema, come Ennio Morricone. Dal Teatro dell’Opera l’omaggio al grande Maestro: l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta per l’occasione da Andrea Morricone, figlio di Ennio, ha eseguito Tema d’amore dal film Nuovo Cinema Paradiso. Il ricordo è proseguito con Deborah’s Theme da C’era una volta in America e Gabriel’s Oboe da Mission. Tra gli omaggi anche quello di Enrico Brignano a Gigi Proietti, morto lo scorso 2 novembre.Durante la premiazione – con la regia di Maurizio Pagnussat – sono stati consegnati: il David alla Carriera a Sandra Milo, i David Speciali a Monica Bellucci e a Diego Abatantuono, il David dello Spettatore a ‘Tolo Tolo’ di Luca Medici, in arte Checco Zalone, e le targhe ‘David 2021 – Riconoscimento d’Onore’ ai tre professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu per l’importante contributo alla ripresa in sicurezza delle attivita’ delle produzioni cinematografiche e audiovisive a Roma e in Italia durante la crisi Covid-19.

Chiedo di insegnare il cinema e il teatro nelle scuole italiane.Chiedo ai ministri che ai nostri ragazzi si insegnasse a tenere in mano una cinepresa, in questo momento in cui c’è bisogno di stare insieme. Dal cinema e dal teatro si impara tanta vita. Non il pomeriggio ma durante le lezioni“, ha detto Pierfrancesco Favino sul palco.Ci deve essere il linguaggio del cinema in tutte le scuole di ordine e grado“, ha aggiunto Piera Detassis, presidente e direttore artistico dell’Accademia del Cinema Italiano. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Premi David di Donatello (@premidavid)

DAVID DI DONATELLO, I VINCITORI 

MIGLIOR FILM

Favolacce
Hammamet
Le sorelle Macaluso
Miss Marx
Volevo Nascondermi

MIGLIOR REGIA

Fabio e Damiano D’innocenzo per FAVOLACCE
Gianni Amelio per HAMMAMET
Emma Dante per LE SORELLE MACALUSO
Susanna Nicchiarelli per MISS MARX
Giorgio Diritti per VOLEVO NASCONDERMI

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

Pietro Castellitto per I predatori
Ginevra Elkann per Magari
Mauro Mancini per Non odiare
Alice Filippi per Sul più bello
Luca Medici per Tolo Tolo

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Francesco Bruni, in collaborazione con Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
Fabio e Damiano D’innocenzo per Favolacce
Mattia Torre per Figli
Pietro Castellitto per I predatori
Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Fredo Valla per Volevo Nascondermi

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Salvatore MEREU per Assandira
Domenico STARNONE, Francesco PICCOLO, Daniele LUCHETTI per Lacci
Stefano MORDINI, Francesca MARCIANO, Luca INFASCELLI per Lasciami andare
Pupi AVATI, Tommaso AVATI per Lei mi parla ancora
Marco PETTENELLO, Gianni DI GREGORIO per Lontano lontano

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Vittoria PUCCINI per 18 regali
Paola CORTELLESI per Figli
Micaela RAMAZZOTTI per Gli anni più belli
Sophia LOREN per La vita davanti a sé
Alba ROHRWACHER per Lacci

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Kim ROSSI STUART per Cosa sarà
Valerio MASTANDREA per Figli
Pierfrancesco FAVINO per Hammamet
Renato POZZETTO per Lei mi parla ancora
Elio GERMANO per Volevo nascondermi

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Benedetta Porcaroli per 18 Regali
Barbara Chichiarelli per Favolacce
Claudia Gerini per Hammamet
Matilda De Angelis per L’incredibile storia dell’isola delle rose
Alba Rohrwacher per Magari

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA

Gabriel MONTESI per Favolacce
Lino MUSELLA per Favolacce
Giuseppe CEDERNA per Hammamet
Fabrizio BENTIVOGLIO per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Silvio ORLANDO per Lacci

MIGLIORE PRODUZIONE

Agostino SACCÀ e Giuseppe SACCÀ per PEPITO PRODUZIONI con RAI CINEMA, con AMKA FILMS PRODUCTION, con VISION DISTRIBUTION, con QMI per FAVOLACCE

Domenico PROCACCI e Laura PAOLUCCI per FANDANGO con RAI CINEMA per I PREDATORI

Matteo ROVERE per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose

Marta DONZELLI e Gregorio PAONESSA per VIVO FILM con RAI CINEMA, Joseph ROUSCHOP e Valérie BOURNONVILLE per TARANTULA BELGIQUE per MISS MARX

Carlo DEGLI ESPOSTI, Nicola SERRA, con RAI CINEMA per Volevo nascondermi

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

Paolo CARNERA per Favolacce
Luan AMELIO UJKAJ per Hammamet
Gherardo GOSSI per Le sorelle Macaluso
Crystel FOURNIER per Miss Marx
Michele D’ATTANASIO per Padrenostro
Matteo COCCO per Volevo nascondermi

MIGLIOR COMPOSITORE

Nicola PIOVANI per Hammamet
Niccolò CONTESSA per I predatori
Michele BRAGA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
GATTO CILIEGIA CONTRO IL GRANDE FREDDO, DOWNTOWN BOYS per Miss Marx
PIVIO & Aldo DE SCALZI per Non odiare
Marco BISCARINI, Daniele FURLATI per Volevo nascondermi

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE

Gli anni più belli
Titolo: GLI ANNI PIÙ BELLI
Musica, testi e interpretazione di: Claudio BAGLIONI

La vita davanti a sé
Titolo: IO SÌ (SEEN)
Musica di: Diane WARREN
Testi di: Diane WARREN, Laura PAUSINI, Niccolò AGLIARDI
Interpretata da: Laura PAUSINI

Non odiare
Titolo: MILES AWAY
Musica di: PIVIO & ALDO DE SCALZI
Testi di: Ginevra NERVI
Interpretata da: GINEVRA

Tolo Tolo
Titolo: IMMIGRATO
Musica e testi di: Luca MEDICI, Antonio IAMMARINO
Interpretata da: Luca MEDICI

Volevo nascondermi
Titolo: INVISIBLE
Musica e testi di: Marco BISCARINI
Interpretata da: LA TARMA

MIGLIORE SCENOGRAFIA

Emita FRIGATO, Paola PERARO, Paolo BONFINI – Erika AVERSA per Favolacce
Giancarlo BASILI – Andrea CASTORINA per Hammamet
Tonino ZERA – Maria Grazia SCHIRRIPA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Alessandro VANNUCCI, Igor GABRIEL – Fiorella CICOLINI per Miss Marx
Ludovica FERRARIO, Alessandra MURA – Paola ZAMAGNI per Volevo nascondermi

MIGLIORE COSTUMISTA

Maurizio MILLENOTTI per Hammamet
Nicoletta TARANTA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Vanessa SANNINO per Le sorelle Macaluso
Massimo CANTINI PARRINI per Miss Marx
Ursula PATZAK per Volevo nascondermi

MIGLIOR TRUCCATORE

Luigi CIMINELLI – Andrea LEANZA, Federica CASTELLI (prostetico o special make-up) per Hammamet
Luigi ROCCHETTI per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Valentina IANNUCCILLI per Le sorelle Macaluso
Diego PRESTOPINO per Miss Marx
Giuseppe DESIATO – Lorenzo TAMBURINI (prostetico o special make-up) per Volevo nascondermi

MIGLIOR ACCONCIATORE

Daniele FIORI per Favolacce
Massimiliano DURANTI per Hammamet
Aldina GOVERNATORI per Le sorelle Macaluso
Domingo SANTORO per Miss Marx
Aldo SIGNORETTI per Volevo nascondermi

MIGLIORE MONTATORE

Esmeralda CALABRIA per Favolacce
Giogiò FRANCHINI per Figli
Simona PAGGI per Hammamet
Gianni VEZZOSI per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Paolo COTTIGNOLA, Giorgio DIRITTI per Volevo nascondermi

MIGLIOR SUONO

Favolacce
Presa diretta: Marc THILL
Microfonista: Edgar IACOLENNA
Montaggio: Fabio PAGOTTO
Creazione suoni: Simone CHIOSSI
Mix: Maxence CIEKAWY

Hammamet
Presa diretta: Emanuele CICCONI
Microfonista: Andrea COLAIACOMO
Montaggio: Domenico GRANATA
Creazione suoni: Alessandro GIACCO
Mix: Alberto BERNARDI

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Presa diretta: Claudio BAGNI
Microfonista: Luigi MELCHIONDA
Montaggio e Creazione suoni: Mirko PERRI
Mix: Paolo SEGAT

Miss Marx
Presa diretta: Adriano DI LORENZO
Microfonista: Pierpaolo MERAFINO
Montaggio: Marc BASTIEN
Creazione suoni: Pierre GRECO
Mix: Franco PISCOPO

Volevo nascondermi
Presa diretta: Carlo MISSIDENTI
Microfonista: Filippo TOSO
Montaggio: Luca LEPROTTI
Creazione suoni: Marco BISCARINI
Mix: Francesco TUMMINELLO

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Luca SAVIOTTI per Hammamet
Stefano LEONI, Elisabetta ROCCA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Massimiliano BATTISTA per Miss Marx
Lorenzo CECCOTTI, Renaud QUILICHINI per The Book of Vision
Rodolfo MIGLIARI per Volevo nascondermi

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Faith di Valentina PEDICINI
Mi chiamo Francesco Totti di Alex INFASCELLI
Notturno di Gianfranco ROSI
Puntasacra di Francesca MAZZOLENI
The Rossellinis di Alessandro ROSSELLINI

MIGLIOR FILM STRANIERO

1917 di Sam Mendes (01 Distribution)
I miserabili – Les Misérables di Ladj Ly (Lucky Red)
Jojo Rabbit di Taika Waititi (Walt Disney Italia / 20th Century Fox)
Richard Jewell di Clint Eastwood (Warner Bros. Pictures)
Sorry We Missed You di Ken Loach (Lucky Red)

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO (vincitore)
Anne di Domenico Croci e Stefano Malchiodi

DAVID GIOVANI

18 regali di Francesco AMATO
Favolacce di Fabio e Damiano D’INNOCENZO
Gli anni più belli di Gabriele MUCCINO
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney SIBILIA
Tolo Tolo di Luca MEDICI

DAVID ALLA CARRIERA a SANDRA MILO

DAVID SPECIALE a MONICA BELLUCCI

DAVID SPECIALE a DIEGO ABATANTUONO

I Premi David di Donatello sono organizzati dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello e dalla Rai: Piera Detassis è il presidente e direttore artistico dell’Accademia, il Consiglio Direttivo è composto da Francesco Rutelli, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Domenico Dinoia, Edoardo De Angelis, Francesco Ranieri Martinotti, Giancarlo Leone. La 66esima edizione della manifestazione si svolge sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica, con il contributo del MiC ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, d’intesa con Agis e Anica e con la partecipazione, in qualità di soci fondatori sostenitori, di Siae e Nuovo Imaie.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it