Giornata mondiale delle api: ecco perché sono fondamentali per la nostra sopravvivenza

Il 20 maggio di ogni anno si celebra l'importanza di questi straordinari impollinatori

Molti le temono, eppure le api sono fondamentali per la sopravvivenza del pianeta. E dell’uomo stesso.
Motivo più che valido per celebrare la loro importanza, ogni 20 maggio, si celebra la Giornata mondiale delle api.

Perché le api sono importanti

Delle oltre 1.400 specie vegetali che producono il nostro cibo e i prodotti dell’industria derivati dalle piante, quasi l’80% richiede l’impollinazione da parte di animali. Tra questi, un ruolo primario lo svolgono le api, responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta.
Eppure, nonostante la loro imprescindibile importanza, le api stanno morendo. La maggior parte di esse per colpa dell’uomo.
Meno pesticidi, più api
Per questo il WWF si mobilita per rilanciare la raccolta delle firme in difesa delle Strategie UE “Farm to Fork” e “Biodiversità 2030” che fissano importanti obiettivi per la conservazione delle api e altri insetti impollinatori. Tra questi, la riduzione del 50% dei pesticidi, la creazione di aree per la tutela della biodiversità nel 10% delle aree agricole e il 25% di superficie agricola certificata in biologico entro il 2030.
Il termine per la raccolta delle firme in difesa delle api domestiche e selvatiche ed altri impollinatori scadrà a settembre e il WWF invita tutti i cittadini italiani a partecipare all’ICE “Salviamo Api e Agricoltori” chiedendo all’Unione Europea un’agricoltura senza pesticidi ed una Politica Agricola Comune più sostenibile, amica delle api. Tutti i cittadini possono partecipare facendo sentire la loro voce in difesa degli impollinatori firmando QUI.

2021-05-20T12:23:23+02:00