Primo Maggio, la Rai denuncia Fedez per diffamazione e danno all’immagine

Il rapper aggiorna i suoi fan sulla vicenda scoppiata dopo il suo discorso al Concertone

ROMA – Si conclude con una denuncia per diffamazione e danno all’immagine la querelle tra la Rai e Fedez, a seguito del suo discorso fatto sul palco del Concertone del Primo Maggio.

La chiama “vigliaccheria di stato” il rapper, che nelle sue storie di Instagram annuncia ai suoi fan quanto successo. “Come ho sempre detto- spiega l’artista- mi assumo la responsabilità di quello che ho detto e fatto quindi affronto le conseguenze. Bisognerebbe, però, ricordare come si è comportata la tv di stato in questa faccenda”.

Punto critico della faccenda la telefonata avuta con i dirigenti Rai prima dell’evento durante cui la vicedirettrice di Rai 3, Ilaria Capitani, definisce l’intervento dell’artista inopportuno. Nel testo Fedez faceva nomi e cognomi di consiglieri leghisti che si sono esposti in prima persona contro il ddl Zan. L’azienda, che ha smentito le accuse di pressioni e censura, ha più volte criticato la scelta del rapper di pubblicare un estratto di quella chiacchierata. 

Leggi di più: https://www.diregiovani.it/2021/05/01/384866-fedez-discorso-al-concertone-del-primo-maggio.dg/

La telefonata integrale è pure peggio di quella tagliata– dice ancora Fedez- non ho pubblicato tutto quello che ho ancora in mano, quindi speriamo che almeno in commissione di vigilanza Rai mi facciano parlare e dire la mia, visto che c’è bisogno del contraddittorio”.

Leggi anche: https://www.diregiovani.it/2021/05/05/385976-videofedez-se-la-rai-mi-querela-ho-i-mezzi-per-difendermi.dg/

Non ci sta Fedez e pubblica un lungo sfogo. Di seguito il video dalle sue storie ↓

2021-05-24T23:11:02+02:00