Giaime: “Il primo disco è una scommessa per me e c’è un motivo se Lazza non è tra i feat”

Il rapper debutta stanotte con "Figlio Maschio"

27 Maggio 2021

ROMA – I fan glielo hanno chiesto a lungo e finalmente è arrivato il momento di accontentarli. Esce stanotte per Sony Music Italy “Figlio maschio”, il primo disco ufficiale di Giaime. Dopo una sfilza di singoli che lo hanno fatto diventare uno dei nomi più interessanti del panorama hip hop nazionale, l’artista classe 1995 sceglie di raccogliere 14 tracce in un unico lavoro.

“La domanda più frequente era: quando un album?”

Quasi un bisogno per il rapper, come racconta lui stesso alla vigilia dell’uscita:

“Un album che arriva dopo tanto tempo è per me quasi un’esigenza. Qualsiasi cosa io pubblicassi, la domanda più frequente di chi mi segue era proprio: ‘Ma quando l’album?’”.

Certo si dice che le cose belle arrivino a chi sa aspettare ed è un po’ quello che è successo a Giaime lungo il percorso:

“Mi sono scattati dei click mentali che mi hanno fatto dire: ‘Ora ho la voglia, mi sento pronto e all’altezza di scrivere e realizzare un vero e proprio album’. Continuavamo a fare tracce su tracce e non c’era un indirizzo, così ho deciso ed è una svolta, una scommessa per me pubblicare un disco, un punto di partenza”.

“Figlio maschio sono io”

Cosa aspettarsi dalle tracce? Rap al 100%, sperimentazione sonora e un Giaime che si racconta senza filtri, a partire dal titolo.

“Figlio maschio sono io- spiega il 25enne- non volevo escludere il genere femminile ma questo titolo mi rappresenta perché sono l’unico figlio maschio dei miei genitori”.

Nelle 14 tracce Giame fa slalom tra i generi e mood, passando dai pezzi più conscious a quelli più leggeri e ballabili, quasi pop. In mezzo anche un esperimento punk/rock, genere che quest’anno abbiamo visto prendere sempre più piede (dal disco di GionnyScandal alla vittoria dei Måneskin all’Eurovision) e qualcuno più raggaeton.

I producer

Dieci i producer che lo hanno affiancato: da Zef e Marz a Big Joe, poi Shorty Shok e Shune, Swan e Joe Vain. E ancora The Ceasars e Sixpm. Infine, Andry The Hitmaker, immancabile nel primo disco di Giame.

I feat e l’assenza di Lazza

Alla stessa maniera, i fan pensavano che indispensabile per questo progetto fosse anche un duetto con Lazza, vero grande assente della tracklist. Sono 5 i featuring e i nomi sono quelli di Jake La Furia, Chadia Rodriguez, Rose Villain, Nashley e Guè Pequeno. La spiegazione, però, forse deluderà gli appassionati di faide:

“Lazza ha fatto molto per me- spiega Giame- nel primo pezzo del disco lo dico anche. Lo cito e lo ringrazio. Noi siamo effettivamente fratelli, siamo cresciuti insieme. Si era parlato tra di noi della sua presenza del mio primo disco ufficiale ma abbiamo pensato di comune accordo: ‘Abbiamo insieme già un disco di platino e uno d’oro, non c’è fretta di farne un altro’. ‘Fattelo da solo’, mi ha detto. Le collaborazioni- aggiunge- sono state scelte in base alle sonorità dei pezzi”.

Gli instore

Giame si prepara all’atteso debutto e avrà la possibilità di incontrare qualche fan durante 3 instore: venerdì 28 maggio a Milano, martedì 1 giugno a Bologna e giovedì 3 giugno a Roma.

2021-05-29T10:54:21+02:00