‘Qui si fa l’Italia’, aneddoti e curiosità sul 2 giugno 1946 nel podcast di Spotify

Dal caos delle schede al referendum alle teorie del complotto, Lorenzo Pregliasco e Lorenzo Baravalle raccontano com'è andata

ROMA – Otto puntate, 8 storie, 8 ospiti e tanti aneddoti e retroscena da scoprire. E’ “Qui si fa l’italia”, il podcast originale Spotify, che in occasione del 75esimo anniversario del referendum del 2 giugno 1946 e della nascita della Repubblica Italiana, racconta i momenti che hanno definito la storia repubblicana del paese a chi non li ha vissuti. Ideato e prodotto da Lorenzo Pregliasco e Lorenzo Baravalle, lo show racconterà con occhio diverso, le curiosità e le vicende chiave della storia italiana affiancandole a richiami della cultura pop.

Le curiosità e gli aneddoti del 2 giugno 1946 in un podcast

Il referendum del 2 giugno è presentato attraverso un affascinante parallelismo tra il ‘Giro della rinascita’ – vinto da Gino Bartali davanti a Fausto Coppi – e l’Italia che riparte dopo la guerra. Nel corso del racconto vengono approfonditi fatti noti e che in certi casi hanno generato lunghe polemiche, come i ritardi dei conteggi delle schede al referendum ma anche storie personali meno note, come quella della madre del giornalista Giampaolo Pansa, che volle far sapere al mondo che si recava al voto per la prima volta a 43 anni. Perché tutti sanno che il 2 giugno è la festa della Repubblica, ma non molti conoscono i dettagli e gli intrecci della storia.

“L’obiettivo di questo podcast è raccontare gli eventi che hanno cambiato il corso della storia dell’ Italia a chi, come noi, non li ha vissuti”, commentano Lorenzo Baravalle e Lorenzo Pregliasco. “Ci sono momenti che hanno segnato un prima e un dopo nella nostra storia, e vogliamo raccontarli usando un linguaggio fresco e dando spazio anche alle curiosità e alla cultura popolare, anche attraverso il contributo di importanti ospiti”.

‘Qui si fa l’italia’, gli ospiti del podcast

A seguire, dopo la puntata sul 2 giugno 1946, si parlerà dell’attentato di Piazza Fontana con Benedetta Tobagi, di diritti e delle leggi sul divorzio e sull’aborto con Emma Bonino, del caso Moro con Marco Damilano, di Sandro Pertini del Mundial ’82 con Paolo Condò, di Enrico Berlinguer e dell’ultimo comizio a Padova con Walter Veltroni, delle stragi di Capaci e via d’Amelio con Enrico Mentana, concludendo con la discesa in campo di Berlusconi del 1994 con Giuliano Ferrara.

2021-06-01T11:45:06+02:00