Baby K: “Da bambina rappavo dentro un armadio e sognavo. Non sono un prodotto costruito”

Puntava in alto la rapper che torna su tutte le piattaforme con il suo nuovo disco "Donna sulla luna"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Dopo aver scalato le classifiche in coppia con Chiara Ferragni per ‘Non mi basta più’ e aver fatto ballare, insieme a Omar Montes, con ‘Pa ti’, Baby K non posticipa più e pubblica il suo quarto disco di inediti. È su tutte le piattaforme da oggi ‘Donna sulla luna’.

Un lavoro, che già dal titolo, è un manifesto dell’artista oggi: indipendente e senza più paura dei pregiudizi. Ed è lei stessa a spiegare il senso di questo progetto presentando l’album ai giornalisti:

“È una riflessione sul mio percorso e una celebrazione dei traguardi che le donne possono raggiungere quando hanno una visione, hanno il coraggio di esporsi e andare avanti con le proprie idee. È un esempio di dove possono arrivare quando si impegnano e vogliono puntare al massimo”.

Una filosofia che ha portato Baby K ad aprire una propria società – la This is it – e a diventare la ‘regia’ di se stessa nel suo percorso musicale.

“Scrivo tutte le mie canzoni, le melodie. Su di me c’è un grande preconcetto: è un pensiero comune che io sia stata costruita da una discografica”, dice l’artista nata a Singapore.

“In Italia- spiega- c’è un gap fra capacità e immagine perché si pensa che se curi il tuo aspetto non c’è nulla dentro. Nel 2022 mi sembra un cliché da film Anni 90”.

È di certo questo il filo conduttore di ‘Donna sulla luna’, una rivalsa per la musicista partita dal rap e approdata al pop latino che ora sembra dire “Questa sono io, prendere o lasciare”.

Dal rap in cameretta ai dischi di platino

Una consapevolezza arrivata con il tempo e non a caso Claudia Judith Nahum– questo il suo vero nome- afferma con forza di “sentirsi molto più serena” rispetto al suo passato fatto di viaggi e ‘marachelle’. E se si guarda indietro cosa vede Baby K?

“Una bambina che rappava dentro un armadio e sognava di fare questo mestiere”. A lei direbbe di “Preoccuparsi di meno e non aver paura di dire la propria idea”.

All’inizio “Ti fidi chi ha più esperienza di te ed è giusto farsi guidare ma la svolta nella mia carriera è arrivata quando ho preso le redini in mano di tutto. Da lì ho galoppato”.

Da Tedua ai Boomdabash: le collaborazioni

In ‘Donna sulla luna’ Baby K ha raccolto venti canzoni- delle tante rimaste fuori dalla tracklist ma non cestinate- e varie collaborazioni. Tra gli ospiti, oltre ai primis due già citati, ci sono Gigi D’Alessio, Tedua, Giaime, Enzo Dong, Boro Boro, Lele Blade, Samurai Jay e i Boomdabash. Quest’ultimi protagonisti del nuovo singolo ‘Mohicani’, in rotazione radiofonica da oggi.

Nel 2022 il tour

Il prossimo passo della rapper è ora il tour. Nel 2022 Baby K sarà, al momento, al Viper di Firenze il 22 aprile, alla Hall di Padova il 23 aprile, all’Orion di Roma il 29 aprile e ai Magazzini Generali di Milano il 30 aprile. I biglietti sono disponibili dalle 16 di oggi su TicketOne e VivaTicket. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it