Storica svolta nel calcio: l’UEFA abolisce i gol in trasferta

"La regola andava contro lo spirito del gioco: dissuadeva le squadre di casa, specialmente nell'andata, dall'attaccare"

ROMA – Svolta storica nel calcio in Europa: va in soffitta una delle regole storiche delle competizioni internazionali nel Vecchio Continente. 

A seguito della raccomandazione della Commissione Competizioni per Club UEFA e della Commissione Calcio Femminile UEFA, il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato oggi una proposta per rimuovere la cosiddetta regola dei gol in trasferta da tutte le competizioni UEFA per club (uomini, donne e giovanili) a partire dalle qualificazioni fasi delle gare 2021/22.

È la nota comparsa sul sito ufficiale della Uefa che archivia una delle regole più peculiari del calcio europeo. La doppia valenza dei gol in trasferta in caso di pareggio, dunque, non ci sarà più.

Con la decisione- si legge sul comunicato Uefa- di eliminare questa regola, i pareggi in cui le due squadre segnano lo stesso numero di goal nelle due gambe non verrebbero decisi sul numero di goal segnati in trasferta, ma alla fine si giocherebbero due tempi supplementari di 15 minuti e, nella eventualità, i calci di rigore”. “La regola andava contro lo spirito del gioco in quanto, di fatto, dissuadeva le squadre di casa, specialmente nell’andata, dall’attaccare, perché temevano di subire un gol che avrebbe dato agli avversari un vantaggio cruciale al ritorno. Si criticava anche l’ingiustizia, soprattutto nei tempi supplementari, di obbligare la squadra di casa a segnare due volte quando ha segnava la squadra ospite”, ha dichiarato il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin.

2021-06-24T16:35:37+02:00