Ho 1 settimana di ritardo e mi preoccupa quella disattenzione avuta…

Salve a tutti, ho un fortissimo dubbio che mi sta tormentando da giorni. Pochi giorni dopo la fine del ciclo, io e il mio ragazzo abbiamo avuto un rapporto inizialmente non protetto, poi abbiamo interrotto la penetrazione e ricominciato dopo con il preservativo ed eiaculazione nel preservativo. Non ho fatto caso all’ovulazione nè in quel momento ho dato molto peso alla penetrazione iniziale senza preservativo non trovandomi nei miei giorni fertili ed avendo tra l’altro un ciclo che tarda di qualche giorno ogni mese. Ora però ho quasi una settimana di ritardo e mi preoccupa quella disattenzione che abbiamo avuto. Aggiungo anche che il mio ragazzo assume da qualche mese degli antidepressivi anche se con dosaggio molto basso ma che dovrebbero ridurre in qualche modo la fertilità e che nella settimana precedente io sono stata fuori dell’Italia per motivi di studio. In più mentre ero all’estero ricordo di aver notato delle perdite bianche dense sugli slip che in teoria dovrebbero indicare l’ovulazione avvenuta. Ho cominciato ad avere sintomi da ciclo qualche giorno fa, soprattutto crampi, e due giorni fa ho fatto ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid. Secondo voi è il caso di effettuare un test? Ringrazio in anticipo per le risposte

Martina, 22 anni


Cara Martina,
il test probabilmente ha la valenza di rassicurarti maggiormente. Nel dettaglio sembrerebbe che non ci siano rischi significativi, in quanto non vi è stata alcuna eiaculazione interna, ma questa è avvenuta successivamente alla prima penetrazione. Per l’ovulazione non sempre è facile riuscire a prevederla, a volte può anticipare, ritardare possono esserci delle doppie ovulazioni è per questo che è sempre importante avere dei rapporti protetti dall’inizio alla fine o scegliere metodi contraccettivi che possano evitare rischi indesiderati.
Il ritardo del ciclo potrebbe anche essere legato ad altri fattori, come lo stress fisico ed emotivo. Quando si attiva una risposta prolungata dello stress viene stimolato l’ipotalamo che è la struttura in cui risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Possono quindi verificarsi delle alterazioni.
Se l’ansia dovesse persistere puoi effettuare un test per toglierti ogni dubbio, se le irregolarità del ciclo dovessero persistere nel tempo puoi confrontarti con il tuo ginecologo per approfondirne le cause.
Torna a scrivere se ne avessi bisogno.
Un caro saluto!

2021-08-02T10:01:13+02:00