La notte in cui moriva Lady Diana: dalla corsa in auto allo schianto fatale

Ricorre oggi l'anniversario dell'addio alla principessa del popolo

Principessa del popolo e icona indimenticata. Ventiquattro anni fa Lady Diana se ne andava in seguito a un fatale incidente nel tunnel de L’Alma a Parigi. Con lei il compagno di allora Dodi Al-Fayed e l’autista Henri Paul.

Un tragico destino quello di Diana, che in quel periodo – era il 1997cercava di ricostruirsi una vita lontano da palazzo ma soprattutto felice. Non lo era mai stata da quando il 29 luglio 1981 aveva pronunciato quel sì davanti al principe Carlo, da sempre (e segretamente ma non troppo) innamorato di Camilla Parker Bowls. E non a caso, Lady D qualche anno dopo avrebbe parlato in un’intervista di un matrimonio fatto da tre persone.

Gossip a parte, della principessa rimane il suo sorriso dolce e il suo impegno per le numerose cause sociali che ha sostenuto in vita. L’empatia per i più deboli l’ha resa idolo delle folle e non solo in Inghilterra. E la sua eredità vive in William e Harry, oggi più che mai impegnati nel sostenere campagne di solidarietà.

La timeline della notte in cui Diana perse la vita

Il 31 agosto resterà sempre un giorno tragico per la storia moderna ma cosa successe veramente quella notte? Ecco una timeline degli eventi.

00:20. Diana e Dodi escono dall’hotel Ritz di Parigi (di proprietà della famiglia Al-Fayed) e salgono sulla Mercedes S280. Ad attenderli all’uscita posteriore l’autista Henri Paul e la guardia del corpo della famiglia Al-Fayed, Trevor Rees-Jones. L’auto fugge a gran velocità dalla folla di paparazzi, in direzione Place de la Concorde. 5 minuti dopo, l’incidente mortale.

00:25. La Mercedes si schianta nel 13° pilastro del tunnel di Place de l’Alma, uccidendo Henri Paul e Dodi Al Fayed (sebbene questi ultimi furono dichiarati morti ufficialmente alle ‘1:32). Rees-Jones e la principessa sono seriamente feriti. Il fotografo Romuald Rat che aveva seguito l’auto arriva in pochi secondi sulla scena e allerta immediatamente le autorità. Nei minuti successivi, passa un auto con a bordo il medico Frédéric Mailliez che presta il primo soccorso.

00:30. Arrivano i primi due agenti di polizia seguiti poco dopo dall’ambulanza e dai vigili del fuoco. Diana è ancora viva.

01:00. Diana viene estratta dalle lamiere dell’auto ma ha un arresto cardiaco. Grazie alla rianimazione, il cuore torna a battere. Viene caricata sull’ambulanza che raggiunge l’ospedale Pitié-Salpêtrière alle 2:06.

4:00. Nonostante i disperati tentativi di salvarla, la principessa Diana viene dichiarata ufficialmente morta.

2021-08-31T16:40:37+02:00