Sul lato amoroso le cose sembrano non andare mai per il verso giusto…

Buongiorno, sono V. e spesso vi scrivo. Ho trovato lavoro ho iniziato da qualche giorno in un asilo nido e di questo sono molto felice. Sul lato amoroso le cose sembrano non andare mai per il verso giusto. Dalla scorsa settimana mi scrive sui social un ragazzo della mia età che abita nella mia zona. Ha 25 (la mia età, è nato anche nello stesso mio mese, abbiamo qualche giorno di differenza). Lui studia ancora, sta conseguendo la laurea magistrale e vive in casa con i suoi. Non l’ho ancora visto di persona ma dalle foto non è male anzi, un ragazzo normale. È molto simpatico e da come vedo è il classico amicone, un tipo da compagnia. Mi ha già fatto molti complimenti per messaggio, che mi trova molto attraente e molto simpatica e che si trova molto bene a scrivere con me. Mi ha scritto più volte che sono una bella ragazza e che non è in cerca di un’avventura, ma di una storia seria. Da come ho capito da ciò che mi ha scritto non ha avuto particolari esperienza amorose negli ultimi anni e penso che l’unica storiella che abbia avuto risalga ai tempi del liceo. A me sembra un bravissimo ragazzo, nulla da dire, ma forse troppo ragazzino per me. Forse dico che lo considero troppo ragazzino visto che è lui è ancora uno studente universitario, vive ancora con i suoi e mi sembra uno molto concentrato sulle amicizie sia maschili che femminili. Forse io a 25 anni ho più bisogno di trovare un uomo che abbia già una sua occupazione, che magari vive già da solo, che abbia una sua automobile. Questo ragazzo condivide l’auto con i suoi genitori. Lo capisco anch’io da pochi mesi mi sono laureata, ora sto lavorando ma da un uomo a 25 anni cerco una certa stabilità. Non so magari sbaglio a pensare così. Però io già vengo dalla precedente relazione nella quale il mio ex viveva con i suoi genitori e la privacy era poca in casa per i nostri momenti intimi, non potevamo mai dormire insieme la notte con tutto ciò che ne consegue per la coppia. Io a 25 anni desidererei un ragazzo che magari vive già da solo e la sera non avrei problemi a fermarmi da lui anche perché così si avrebbe la possibilità di viversi di più. Probabilmente alla mia età sarei più propensa alla vita con un uomo che con un ragazzino. Questo ragazzo comunque mi ha già chiesto di uscire per un aperitivo. É che lo sento ragazzino per il suo stile di vita. Sbaglio? Accetto sempre ben volentieri i vostri consigli.

V.


Cara V.,
grazie per la fiducia che continui a riporre nel nostro servizio.
Forse dovremmo partire proprio dalle tue delusioni passate, quelle che ora ti spingono ad avere una ansia incredibile, a voler avere il controllo su tutto, e una risposta rispetto all’affidabilità o meno di un ipotetico ragazzo. Sembra che tu debba già capire se sia o meno l’uomo della tua vita. Forse potrebbe essere di aiuto non accelerare i tempi ma prendere le cose con più calma e procedendo per gradi. Spesso anche persone che conosciamo alla perfezione possono deluderci o tradire delle aspettative, quindi è importante costruire ogni rapporto passo dopo passo. Se ci facciamo trasportare dalle paure e dalle ansie rischiamo poi di ferirci di nuovo o di riversare sugli altri aspettattive che necessariamente dovrebbero deludere.
Probabilmente questo ragazzo potrebbe essere immaturo o potrebbe invece sorprenderti. Non lo puoi sapere. Forse avere la possibilità di trovarsi come amici, senza necessariamente pensare a storie importanti o a ruoli perfetti, può aiutarti a gestire l’ansia. Incontrarsi, conoscersi passo dopo passo, chiarire il bisogno di non avere fretta potrebbe essere una strategia.
Prenditi tu uno spazio per capire cosa vuoi davvero, quali sono le tue priorità, i tuoi desideri, parti sempre da te. Non avere fretta nel decidere, nel giudicare nell’aprire o chiudere. Prenditi il tempo per valutare le diverse opportunità.
Un caro saluto!

2021-09-13T10:51:59+02:00