La protesta di Angelo Duro si sposta a Brescia…su un bus con Rovazzi

Il comico continua il suo tour per sensibilizzare sulla questione della limitazione di capienza nei teatri

21 Settembre 2021

Dopo essere stato cacciato dalla chiesa di Roma, da un McDonald’s e due supermercati a Milano dove era entrato per protestare contro le limitazioni legate alle capienze dei teatri, Angelo Duro continua la sua protesta pacifica esibendosi in luoghi dove non esistono limitazioni di capienza.

Il comico è oggi passato da Brescia trasformando un viaggio in un autobus di linea in un vero e proprio show. Munito di cassa a batterie e un microfono, Duro è salito in corsa in coppia con Rovazzi. In abito elegante, il content creator ha vestito i panni di presentatore:Siccome mi sto allenando a presentare i grandi show televisivi del sabato sera, sono venuto a presentare qui, sull’autobus, il mio amico Angelo, che da due anni non ha un teatro dove esibirsi.

Una irriverente e ironica protesta quella del palermitano che ha il chiaro intento di sensibilizzare le istituzioni affinché rispondano in merito alla domanda: una volta che il pubblico si è vaccinato, perché non si possono aprire i teatri con capienza al 100%?”.

Angelo ha raccontato: “Mi sta piacendo molto incontrare il pubblico in questo nuovo tour. Siccome mi hanno annullato e spostato per due anni le date nei teatri, per via delle restrizioni, ho pensato che sugli autobus, per fortuna, non limitano la capienza e posso avere una bella platea quando voglio. Oltretutto qui, se qualcuno mi vuole fregare ed entra di nascosto senza pagare il biglietto, lo cacciano pure”.

Il video

 

2021-09-21T16:21:45+02:00