Caso A Fazenda, perché Dayane Mello è ancora nel programma dopo le molestie?

Il web chiede giustizia per Dayane

28 Settembre 2021

Si complica il caso Dayane Mello. La modella ha subito molestie all’interno del reality brasiliano A Fazenda da parte di Nego Do Borel. Si parla anche di presunto stupro, accuse che sono valse l’espulsione dal reality del concorrente.
Nonostante questo, Dayane resta nel programma ignara dell’accaduto, senza un supporto medico e psicologico.

Come è possibile che una donna che ha subito abusi davanti alle telecamere non venga tutelata?

E’ questa la domanda su cui ci si interroga da settimane.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da єѕтяєgнєттα 🌋 (@dayanefanclub)

A cercare di trovare una risposta anche Gabriele Parpiglia, tra i primi a muoversi in difesa di Dayane Mello.
Il giornalista ha scavato a fondo sulla questione, mettendo in luce alcuni aspetti che complicano maggiormente una situazione già di per sé sconcertante.

Come spiega Parpiglia, format come il Grande Fratello o La Fattoria possono essere acquistati all’estero e modificati, “ma non possono stravolgere dei punti fondamentali: se un concorrente si trova in difficoltà può parlare con i familiari, lasciare la casa, chiedere un supporto psicologico”. E, soprattutto, essere messo al corrente di tutto, a maggior ragione  se si parla di molestia.

Tuttavia, il team di Dayane sostiene di non riuscire ad entrare in contatto con la produzione di La Fazenda. “Grandissima caxxata”, sostiene Parpiglia. “Sarebbe sequestro di persona”.

La stessa Dayane in più di un’occasione ha manifestato la volontà di abbandonare il programma, ma di NON poterlo fare. Il motivo non è chiaro, anche se l’ipotesi più probabile è quella economica.

E intanto Dayane resta all’interno di un show che ha trasformato le molestie verso una donna nel punto di forza dell’audience.

 

 

2021-09-28T12:56:29+02:00