‘Who Wants To Live Forever’, alla Cop26 il corto animato dagli studenti IED

Al film hanno preso parte accademie e università provenienti da tutto il mondo

3 Novembre 2021

S’intitola ‘Who wants to live forever’, il corto animato proiettato l’1 novembre a Glasgow, davanti ai governanti dei più grandi paesi della Terra impegnati alla Cop26. L’opera, concepita e diretta da Matteo Valenti (docente IED Milano) e donata al Brian May’s Save Me Trust, è firmata da diversi giovani autori provenienti da tutto il mondo. Proprio nel periodo in cui si cercano soluzioni immediate per salvaguardare il declino ambientale del Pianeta, il corto mostra l’impatto dei cambiamenti climatici sulla Terra (soprattutto dal punto di vista animale) attraverso illustrazioni in movimento, che scorrono in tutta la loro cruda poesia sulle note dell’omonimo brano dei Queen.

IED Milano in rappresentanza dell’Europa

In tutto sono 6, tra accademie e università, le realtà selezionate per rappresentare i 5 capitoli del racconto che coincidono con i 5 Continenti mostrati nel film. IED è la scuola coinvolta per l’Europa, con gli allora studenti di Illustrazione e Animazione Lorenzo Barbolini e Kizito Schimera, che hanno lavorato con i tutor Riccardo Galiberti, Patrizia Russo e Rachele Santini facendo del progetto la loro tesi finale, discussa nel 2020.

‘Who wants to live forever’ mostra quanto i nostri bisogni di esseri umani abbiano spinto madre natura sull’orlo del baratro, con tante specie animali a rischio estinzione, oggi, a una velocità migliaia di volte superiore a qualsiasi altra epoca del passato. La Brian May’s Save Me Trust nasce proprio per contribuire a proteggere il benessere e la dignità della fauna selvatica.

Matteo valenti: “Un onore lavorare con Brian May”

“Riuscire a lavorare con Brian May è stato un grande onore – racconta il regista e sceneggiatore Matteo Valenti. Penso a quando avevo 15 anni, nel 1986, e fui così colpito dalla musica dei Queen (dopo aver visto il film ‘Highlander’ in un cinema all’aperto) da comprare in poco tempo tutti i loro dischi. Per prima cosa io e Brian abbiamo scelto, tra alcuni titoli, il brano da usare, convenendo poi proprio su ‘Who wants to live forever’. Avere un loro brano per il video ha significato dare un’impronta internazionale al progetto e da qui l’idea di coinvolgere scuole di animazione da ciascun continente è stata naturale”.

2021-11-03T15:21:32+01:00