Giornata contro la violenza sulle donne, 9 film che la denunciano

Da 'Uomini che odiano le donne' a 'Maid', fino a 'Thelma e Louise'

Oggi 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Questo particolare giorno è stata istituito nel 1999 dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite e viene celebrato ogni anno con lo scopo di sensibilizzare il più possibile sull’argomento. Per l’occasione abbiamo scelto 8 film più una serie che affrontano questa tematica:

THELMA E LOUISE 

Thema e Louise, un classico intramontabile, è un film del 1991 diretto da Ridley Scott. Protagoniste due straordinarie Susan Sarandon e Geena Davis. La pellicola racconta la storia di due amiche che partono per una breve vacanza all’insegna della libertà e lontano dai loro uomini, con in quali hanno un rapporto insoddisfacente. Durante il viaggio si trovano costrette a compiere azioni criminali, e a fuggire e lottare per la loro sopravvivenza. 

IL COLORE VIOLA

Steven Spielberg ha adattato per lo schermo l’omonimo romanzo di Alice Walker che racconta di Celie, nel film interpretata da Whoopi Goldberg. La storia parte dall’infanzia della protagonista e arriva fino all’età adulta: violentata dal padre e schiavizzata dal marito, Celie trova la tanto desiderata serenità dopo il dolore subito e le ferite della violenza con cui deve imparare a convivere.

MILLENIUM – UOMINI CHE ODIANO LE DONNE

Il film di David Fincher ha come protagonista Lisbeth Salander (Rooney Mara), uno dei personaggi femminili più tosti di sempre. Con un passato travagliato alle spalle, a causa soprusi e case famiglia, nella vita della giovane donna non lascia spazio agli uomini della sua vita. Hacker di professione e solitaria per scelta, Lisbeth ha una vocazione particolare: punire chi fa del male alle donne. Il giorno in cui, nella sua esistenza, piomba il giornalista Mikael Blomkvist, tutta la sua competenza assume un valore importante.

L’AMORE RUBATO

Disponibile su RaiPlay e diretto da Irish Braschi, L’amore rubato (liberamente tratto dall’omonima raccolta di racconti, a cura di Dacia Maraini) mette in scena la storia di cinque personaggi femminili, diverse tra loro, per età ed estrazione sociale, ma che hanno in comune esperienze di un amore possessivo, morboso, che sfocia improvvisamente in varie forme di violenza. Marina crede che l’amore coincide con il dover rispettare le ferree regole imposte da un marito violento. Francesca è una liceale innamorata dell’amore che si fa ingenuamente adescare da un branco spietato di compagni di classe, che poi la ricatta. Alessandra è una giovane di umili condizioni che vive nei palazzoni della periferia romana insieme alla nonna ed al fratello più piccolo, e cerca di sbarcare il lunario della sua famiglia facendo le pulizie in una piscina. Anna è una giovane donna che insegue strenuamente il sogno della sua vita, diventare un’attrice di teatro. Ma i suoi giorni felici stanno per esaurirsi: subirà una violenza da parte del suo datore di lavoro. Angela è invece la vittima della gelosia e dell’ignoranza di Gesuino. La gelosia, il possesso, il controllo, rendono l’amore un sentimento malsano, colmo di pericoli e di sofferenza. Forzando la mano in alcuni momenti, con l’obiettivo di trasmettere un messaggio importante, la pellicola affronta una tematica complessa e purtroppo ancora molto attuale.

THE NIGHTINGALE

 The Nightingale, diretto da Jennifer Kent,racconta le vicende di Clare (Aisling Franciosi), una giovane irlandese che lavora per il reggimento colonialista, guidato dal tenente Hawkins (Sam Claflin). Quando quest’ultimo causa la morte del marito e della figlia, così Clare decide di inseguire un suo personale piano di vendetta. Non essendo creduta né supportata da chi di dovere, avrà al suo fianco un indigeno di nome Billy (Baykali Ganambarr). 

LA VITA CHE VERRÀ – HERSELF

Dopo tanto tempo, Sandra trova finalmente il coraggio di fuggire con le sue due figlie da un marito violento. In lotta contro una società che sembra non poterla proteggere e con l’obiettivo di creare un ambiente accogliente per le bambine, decide di costruire da sola una casa tutta per loro. Non tutto andrà bene ma durante l’impresa troverà la forza di ricostruire la sua vita e riscoprirà se stessa, anche grazie all’appoggio di un gruppo di persone disposte ad aiutarla e a darle sostegno. Per Sandra e le sue figlie la nuova vita che verrà per fortuna non sarà mai più come quella di prima.

Diretto da Phyllida Lloyd il film è scritto da Clare Dunne e Malcolm Campbell ed è interpretato da Clare Dunne e dai candidati al Tony Award Harriet Walter e Conleth Hill (Game of Thrones, Dublin Murders).

UNA DONNA PROMETTENTE

La trentenne Cassie (Carey Mulligan, diretta da Emerald Fennell) ha buttato al vento ogni speranza: da quando ha abbandonato gli studi di medicina lavora in un piccolo bar, vive coi genitori e ogni weekend gira per locali facendosi abbordare da sconosciuti. Cassie in realtà ha un piano: fingendosi ubriaca, intende dimostrare come ogni uomo che la abborda nasconda il desiderio di violentarla o possederla con la forza. Nel suo passato c’è un trauma che ha segnato il suo destino, un evento che l’incontro con Ryan, ex compagno del college, riporta a galla. Combattuta fra l’interesse per Ryan e il desiderio di chiudere i conti con il passato, Cassie darà una direzione definitiva alla sua vita.

THE LAST DUEL

Del film di Ridley Scott con cast stellare composto da Jodie Comer, Matt Damon, Adam Driver e Ben Affleck ne abbiamo parlato QUI.

MAID (SERIE)

Della serie Netflix con protagonista Margaret Qualley ne abbiamo parlato QUI

2021-11-26T09:49:06+01:00