Gomorra 5, Claudia Tranchese: “Saluto Grazia Levante, un viaggio emotivamente devastante” -VIDEO

L’attrice si racconta per la prima volta dopo l’addio a Gomorra - La serie del suo personaggio

Classe 1989, originaria di Avellino, recentemente l’abbiamo vista e apprezzata nei panni di Emma nel film Sotto il sole di Riccione e in quelli di Ines nella serie Generazione 56k. Recitare per lei è una scelta di vita, è un lavoro di artigianato. E vedendo le sue interpretazioni non si fa fatica a crederlo. Claudia Tranchese lo ha dimostrato quando è arrivato il suo grande momento: Gomorra – La serie. Qui interpreta, dalla quarta stagione, il ruolo di Grazia Levante: la figlia più piccola del boss Gerlando, amico e poi nemico di Gennaro Savastano. Un personaggio all’apparenza piccolo, che vediamo esplodere nell’ultima stagione. Soffocata dalla mascolinità tossica della sua famiglia e da un sistema che non lascia spazio di sognare e di essere libera, Grazia nonostante le sue fragilità si rivela negli episodi 3 e 4 di Gomorra 5 potente. Ma non dal punto di vista del potere criminale, lei trova finalmente il coraggio di essere libera. Non si vendica ma si ribella a questo sistema che la vuole promessa sposa a un camorrista. Grazia muore. Ma lo fa da libera, preferisce lasciare la terra che l’ha vista crescere piuttosto che vedersi privata della sua indipendenza, della sua emancipazione e della sua libertà. 

Claudia Tranchese si racconta per la prima volta dopo l’addio alla serie del suo personaggio. Durante la lunghissima chiacchierata con noi di Diregiovani l’attrice ci ha trasportato nel mondo di Grazia, partendo dalla quarta stagione e arrivando fino alla quinta. Ci ha spiegato la difficoltà di dirle addio e cosa ha rappresentato per lei questa esperienza e interpretarla. E ancora, le critiche che nascono quando serialità e realtà si incontrano e il cercare, come zombie affamati, nell’intrattenimento la veridicità del racconto. L’emancipazione della donna dentro e fuori lo schermo e il desiderio di smettere di sottolineare l’aumento del numero di presenze femminili in ogni ambito della nostra società. Infine, l’attrice ci ha svelato che ha girato contemporaneamente il personaggio di Ines e quello di Grazie e di come queste due donne siano così diverse ma così vicine. 

GOMORRA 5, L’INTERVISTA A CLAUDIA TRANCHESE

 

2021-11-27T15:18:56+01:00