Chiara Biasi: “Non acquisto follower falsi” e si rivolge alla Magistratura

L'influencer ha 3,1 milioni di follower

1 Dicembre 2021

Con un post pubblicato sui social Chiara Biasi ha voluto dire la sua contro chi sostiene che i suoi follower siano falsi o meglio comprati. Per tutelare la sua immagine, l’influencer da 3,1 milioni di follower ha presentato così un esposto alla Magistratura.

Chiara Biasi: “Molti influencer colpiti da questa pratica”

“Questa mattina sono stata alla Questura di Milano, che ringrazio per il suo lavoro, e ho depositato un esposto affinché venga accertato chi da mesi cerca di infangare la mia reputazione affermando che acquisto follower falsi”, ha scritto su Instagram. La Biasi ha spiegato inoltre che, “grazie all’aiuto del mio legale Cathy La Torre e di esperti informatici abbiamo scoperto che molte persone, influencer come me, vengono colpiti da questa pratica: mettere migliaia di profili fake addosso al profilo di persone con molto seguito sui social per poi creare speculazioni e notizie false da pubblicare sui giornali di gossip”. E ancora: “Personalmente non ho mai comprato un profilo fake in vita mia e il rapporto che ho con tutta la mia community è vero, prezioso, sano. Per questo motivo mi vedo costretta a tutelare la mia reputazione e la mia immagine chiedendo alla Magistratura di indagare sui possibili responsabili di quanto mi sta accadendo”, ha concluso Chiara Biasi.

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Chiara Biasi (@chiarabiasi)

2021-12-01T16:10:26+01:00