La nonna di Victoria dei Måneskin racconta: “Mia nipote ha visto morire la sua mamma”

"Aveva solo 15 anni. Per tre mesi ha vegliato sulla sua mamma, le ha tenuto la mano"

Victoria de Angelis è forse la bassista più famosa del mondo, oltre al fatto di essere una componente della rock band più amata del momento, i Måneskin. Classe 2000, tenace e con talento da vendere, ma oltre alla musica c’è molto altro. C’è un ritratto di una giovane donna che ha vissuto un passato terribile. Lo ha svelato Elin Uhrbrand, nonna materna della giovane musicista, durante un’intervista al giornale Di Più:

Mia nipote Victoria ha sofferto molto, ha visto morire la sua mamma. Jeanett, mia figlia, quando ha capito che avrebbe perso la sua battaglia contro il male che la stava consumando chiese di andare in Danimarca. Victoria volle seguirla e le rimase vicino fino alla fine. Aveva solo 15 anni. Per tre mesi ha vegliato sulla sua mamma, per tre mesi le ha tenuto la mano. Fino all’ultimo giorno. Fino a quando le ha detto addio. È stato terribile… terribile”.

Una giovinezza travagliata quella di Vic, sorte che ogni giovane non vorrebbe mai subire. La morte di un genitore ti segna dentro, ma può anche spronarti nelle tue scelte. “Mi dispiace tanto che mia figlia – continua la nonna – non abbia potuto vedere il successo che Victoria sta riscuotendo in tutto il mondo con i Måneskin”.

Ora nonna e nipote sono divise da migliaia di chilometri, ma a Natale riusciranno a passare alcuni momenti di serenità vicine: “Verrà in Danimarca e staremo insieme”. Una pausa più che meritata per la giovane musicista in vista del lungo tour che la vedrà protagonista, insieme a Damiano, Ethan e Thomas, nel 2022.

2021-12-07T14:11:17+01:00