Mi sto sentendo con un ragazzo ma ci sono alti e bassi e non capisco…

Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio. Durante quest’estate mi son scambiata qualche messaggio con un tipo con il quale però non c’è mai stato modo di vederci, nel senso che un incontro non siamo mai riusciti a concordarlo, più che altro mi chiedeva dove fossi io o cosa avrei fatto la sera, ma senza chiedermi esplicitamente di vederci da soli. Ma in nessun caso ci siamo mai visti, così ad una certa ho abbandonato la conversazione diciamo. Che poi vabbè, più che conversazione era più un rispondere a delle storie da parte di lui su Instagram e mandare avanti la conversazione. Mi è capitato di vederlo qualche volta di sfuggita, ma non ci siamo mai salutati e ancora oggi se lo becco non ci salutiamo mai, un po’ mi vergogno in realtà nel farlo non avendolo mai fatto e non avendolo fatto nemmeno lui, preferirei rompesse il ghiaccio lui per la prima volta. Tuttavia da qualche tempo mi sto sentendo con un ragazzo col quale ci sono alti e bassi, come è giusto che sia per carità e proprio oggi dovremmo vederci dopo tempo, ma mi rendo conto che nonostante con il tipo di quest’estate non ci sia mai stato nulla a parte qualche messaggio scambiato, un po’ ci penso e a momenti quasi “spero” che mi scriva o mi cerchi. Io non sono abituata a scrivere purtroppo, è un mio difetto. Vorrei lo facesse lui, ma al tempo stesso dal momento chi mi sto sentendo con quest’altro ragazzo non so  se se pensare a un tipo col quale non c’è mai stato nulla sia normale o meno.  Non so se scrivergli, ma in realtà neanche saprei cosa scrivergli, non scrivo mai a nessuno, in più mi sentirei a disagio perché se dal vivo non ci salutiamo nemmeno e poi magari gli scrivo sembrerebbe boh, un controsenso o comunque timidezza. A parte questo dal momento che sto “sentendo” un altro ragazzo mi sento comunque limitata in questo senso, nonostante anche con questo ragazzo non ci stia assieme o chissà cosa.

Anonima


Cara Anonima,
da quello che descrivi arriva non solo la tua confusione ma soprattutto una grande paura che ti fa sentire bloccata nelle sabbie mobili.
Probabilmente la paura di essere rifiutata, di non essere ricercata ti spinge ad adottare un atteggiamento di difesa.
Il ragazzo che non ti saluta attiva una maggiore curiosità, risulta una situazione complessa ma sicuramente più interessante. L’altra frequentazione ci sembra di capire appaia più scontata.
Ma aldilà delle differenze di approccio, p
robabilmente nessuno dei due ti interessa così tanto da spingerti a fare qualcosa, a sentirti attiva e propositiva. Centrale invece sembrano essere l’indecisione e il senso di impotenza. L’interesse non sembra essere sostenuto da una concretezza.
Ci sembra utile che tu possa ripartire da te, dalle tue emozioni, desideri, dalla voglia di conoscere l’altro e di condividere del tempo che ti faccia stare bene, aldilà di ruoli, mosse o strategie. Puoi riflettere sul perchè ti senti così bloccata e inibita.
Aprirsi ad una relazione non è per nulla facile, a volte dirompono le paure, il bisogno di mettersi in gioco, la sensazione di sentirsi troppo vulnerabili. Non c’è un tempo preciso o una cosa giusta da fare, crediamo che sia solo importante partire dai tuoi bisogni. Non metterti fretta, non fare scelte obbligate, ma ascolta ciò che ti renderebbe più serena.
Speriamo di essere stati di aiuto.
Un caro saluto!

2021-12-10T12:54:39+01:00