Dwayne Johnson contro Vin Diesel: “È un manipolatore”

The Rock ha ribadito di non voler tornare nel decimo e ultimo capitolo di Fast and Furious.

30 Dicembre 2021

C’è ancora maretta tra Dwayne “The Rock” Johnson e Vin Diesel. Le due star sono ai ferri corti dal 2016 per alcuni dissapori avvenuti sul set di Fast and Furious 8.
Da allora The Rock ha abbandonato il franchise principale della saga, partecipando solo allo spin-off Hobbs & Shaw.
A distanza di 6 anni il loro rapporto non è ancora risanato, tutt’altro.
In una recente intervista rilasciata alla CNN, Dwayne Johnson è tornato a parlare di Vin Diesel, in risposta a un post a lui indirizzato che l’attore aveva pubblicato su Instagram lo scorso novembre.
In quell’occasione, Vin Diesel aveva chiesto al collega di ritornare per il decimo capitolo di Fast and Furious, ultimo della saga.
Fratellino Dwayne… è arrivato il momento. Il mondo attende il finale di Fast 10. Come sai, i miei figli ti chiamano zio Dwayne. Non c’è vacanza che passi che loro e tu non ti facciano gli auguri… ma è arrivato il momento. L’eredità attende. Ti ho detto anni fa che avrei mantenuto la mia promessa a Pablo (Paul Wlaker,N.d.R.). Ho giurato raggiunto il meglio nel finale, il decimo film! Lo dico con amore… ma devi presentarti, non lasciare il franchise, hai un ruolo molto importante da svolgere. Hobbs non può essere interpretato da nessun altro. Spero che tu sia all’altezza della situazione e compia il tuo destino”.

Johnson non aveva mai risposto al messaggio di Diesel, fino alla recente intervista con la CNN nel corso della quale ha ribadito la sua ferma decisione di non tornare nell’ultimo capitolo di Fast and Furious.

“Sono rimasto molto sorpreso dal recente post di Vin. Lo scorso giugno, gli ho detto direttamente – e in privato – che non sarei tornato nel franchise. Sono stato deciso ma cordiale con le mie parole e ho detto che avrei sempre sostenuto il cast e fatto il tifo per il successo del franchise, ma che non c’era alcuna possibilità che sarei tornato. Ho parlato in privato anche con i miei partner alla Universal, i quali mi hanno supportato e capiscono il problema. Il recente post pubblico di Vin è stato un esempio della sua manipolazione. Non mi è piaciuto che abbia usato i suoi figli nel post, così come la morte di Paul Walker. Lasciali fuori. Ne avevamo parlato mesi fa e siamo arrivati ​​a un’intesa chiara. Il mio obiettivo è sempre stato quello di concludere il mio fantastico viaggio con questo incredibile franchise di “Fast & Furious” con gratitudine e riconoscenza. È un peccato che questo dialogo pubblico abbia confuso le acque. Indipendentemente da ciò, sono fiducioso nell’universo “Fast” e nella sua capacità di offrire costantemente al pubblico, e auguro davvero ai miei ex co-protagonisti e membri della troupe buona fortuna e successo nel prossimo capitolo”.

2021-12-30T12:21:02+01:00