Il ciclo è arrivato posso stare tranquilla riguardo ad una gravidanza?…

Buonasera! Avevo scritto qualche settimana fa in merito ad un rapporto che mi aveva causato delle perdite che dopo qualche giorno si sono arrestate.
Ad oggi ho un altro dubbio che vorrei esporvi : il mese scorso il giorno di questo famoso rapporto (giorno 22 del ciclo) credevo di essere in procinto di ovulare in quanto al giorno 18/19/20 avevo avuto le tipiche perdite albuminose da ovulazione, questa volta però non avevo avvertito il solito dolore e indolenzimento che sento ogni mese alle ovaie quando ovulo. Dopo questo rapporto ho avuto appunto perdite di sangue che sono durate qualche giorno, pensavo che il ciclo mi arrivasse intorno al 31 dicembre, ma il 25 dicembre (giorno 29 del ciclo) ho avuto nuovamente una perdita albuminosa accompagnata però questa volta dal dolore all’ovaia e il giorno seguente di nuovo una perdita albumiosa ed elastica con il dolore all’ovaia che si era intensificato ( è un dolore che sento tutti i mesi e sento dolore anche solo al tatto). 12 giorni dopo l’ultima perdita albuminosa mi è venuto il ciclo che è durato 6 giorni ed è stato anche abbastanza abbondante in fattore di quantità. Inoltre il mese di dicembre ho fatto anche un viaggio e sono stata un po’ giù di morale. È possibile che quel rapporto ( essendo uno dei primi rapporti) abbia diciamo scombussolato i miei ormoni? E che l’ovulazione che stava per avvenire si sia bloccata e ripresentata giorni dopo  a causa di questo rapporto ? Quello che mi domanda di più è : Essendomi arrivato il ciclo posso stare tranquilla riguardo ad un eventuale gravidanza? Spero possiate aiutarmi, grazie mille !!!!

Anonima

Cara Anonima,
rispetto a quanto dici ci sembra proprio che non vi sia rischio per una gravidanza. Di fatto come raccontavi nella precedente mail, non vi era stato un vero e proprio rapporto. Inoltre essendoti arrivata la mestruazione possiamo definitivamente stare tranquilli. Veniamo al ciclo! Ricordati che i cicli non sono tutti uguali. Ci sono diversi fattori che possono portare a differenze anche significative tra un ciclo e l’altro. Tra questi vi sono gli sbalzi ormonali, i cambiamenti nello stile di vita, alimentari, ma anche ansia e stress possono interferire su regolarità, intensità e flusso. Non vi è nulla di cui preoccuparsi, ma se questi si presentano per più cicli è sempre bene considerare l’eventualità di un controllo ginecologico. Per quanto riguarda il periodo ovulatorio, possiamo dirti che i
n genere in prossimità dell’ovulazione le perdite di muco vaginale si presentano acquose, filanti e trasparenti, assumono cioè un aspetto simile a quello della “chiara (albume) dell’uovo” e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre subito dopo l’ovulazione. In alcuni casi si manifestano sintomi secondari, tra cui il Mittelschmerz (dolore peritoneale associato all’ovulazione) ed un aumentato senso dell’olfatto. Molte donne sperimentano un accentuato desiderio sessuale nei giorni immediatamente precedenti l’ovulazione. I dolori che si presentano a metà del ciclo mestruale si possono facilmente confondere, se non fosse per il periodo differente, con quelli tipici delle mestruazioni o con quelli dell’avvenuto concepimento, dell’inizio di una gravidanza. Il sintomo più evidente è quello doloroso, che si concentra nel basso ventre, accompagnandosi a crampi, senso di pesantezza generalizzato e fitte al fianco. I sintomi dolorosi possono essere il risultato della crescita e del rigonfiamento del follicolo, dell’irritazione del rivestimento addominale (peritoneo) causata dal rilascio di sangue e di altri fluidi nella rottura del follicolo o della mancata apertura delle ovaie. Per completezza di informazioni a volte possono presentarsi doppie ovulazioni ed è per questo che si consiglia di non fare affidamento sul calcolo dei giorni fertili, ma utilizzare sempre un metodo contraccettivo valido dall’inizio alla fine del rapporto.
Sperando di aver chiarito i tuoi dubbi ti invitiamo a scriverci nuovamente per qualsiasi perplessità.
Un caro saluto!

2022-01-17T12:25:28+01:00