Levante: “Non avevo la necessità di essere madre ma al test positivo ho sorriso”

La primogenita dell'artista arriverà intorno al 15 febbraio

28 Gennaio 2022

È più raggiante che mai Levante a poche settimane dalla nascita della sua prima figlia, la bimba che avrà con il compagno Pietro Palumbo. Arriverà intorno al “15 febbraio e sarà Acquario”. Ne parla con gioia l’artista in un’intervista rilasciata a Sette, il magazine del Corriere della Sera in edicola da oggi.

Non ho cercato di diventare madre e ho scoperto tardi di essere incinta, al terzo mese. Avevo paura fosse invalidante– confessa- invece ho saltato su e giù dal palco fino a quale mese fa. Se fosse stato diverso mi sarei buttata giù probabilmente, l’avrei vissuta male. Essere incinta vuol dire che tante cose cambiano e invece io ho cercato di non cambiare nulla intorno a me, mi sono ributtata nella musica”.

In passato, difficilmente avrebbe immaginato di ritrovarsi con il pancione: “Mi sono sempre vista nel mio futuro come una donna anziana, sola e felice con i miei anelli, i libri, la musica. Poi il 15 luglio arriva la notizia, faccio il test ed è positivo e io sorrido, inizio questo viaggio”.  È in quel momento che ha cambiato prospettiva: “Oggi mi dico: questa è la mia vita. Questa novità non cambierà la vecchia vita, la riempirà, diventerà più affollata, piena.

E sulle aspettative riguardo la bimba rivela:Sto pregando tutti i giorni perché lei non mi somigli e somigli al padre. Io sono nata prepotente e poi a nove anni, dopo la morte di mio padre, sono diventata una bambina addolorata. Quando mio padre muore, mi crolla addosso la famiglia, ognuno prende la sua strada, viviamo momenti molto bui e io divento la madre di mia madre. Sono cresciuta più introversa. Auguro a mia figlia di essere morbida, meno leader e più parte del gruppo”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da L E V A N T E (@levanteofficial)

2022-01-28T15:53:47+01:00