Mi faceva sentire apprezzata in un momento in cui mi sento più insicura…

Non so se la mia reazione sia esagerata o comprensibile, vorrei tanto saperlo. So solo che in questo momento ho come un nodo allo stomaco al solo pensiero e la verità è che, pur sapendo di avere un carattere forte, spessissimo ho momenti di estrema fragilità anch’io, so di essere forte, ma sono anche molto sensibile, forse a volte troppo. Da un paio di mesi ho iniziato a sentirmi con un ragazzo che nonostante io fin dal principio mi sia mostrata un po’ restia nei suoi confronti per l’impossibilità che c’era nel vedersi e perché boh, di base cerco sempre di prendere tutto molto alla leggera all’inizio, lui comunque si faceva sempre sentire e se magari ero io a non rispondergli, lui comunque mi ricercava il giorno dopo e in fin dei conti questo mi faceva solo che piacere. Probabilmente mi sentivo desiderata e il fatto che mi desse attenzioni mi faceva sentire forse non so, apprezzata in un momento in cui mi sento più insicura del mio solito…ultimamente è che come se non mi sentissi all’altezza, come se pensassi che gli altri possano pensare cose negative su di me, come se posso boh, essere vista come una sfigata, non so esattamente il perché ultimamente mi venissero questi pensieri…eppure comunque diversi ragazzi mi hanno contattata o speso parole carine per me, ma ultimamente mi sento un po’ giù e il fatto di sentirmici mi fa stare ancora più male emotivamente perché non è da me e vedermi così mi fatico troppo ad accettarlo. Il fatto che il ragazzo in questione qualche mese fa abbia iniziato a scrivermi, per poi iniziare a farlo in maniera più frequente, probabilmente ha fatto sì che mi abituassi all’idea di sentirlo, anche solo scherzarci, eppure nonostante mi chiedesse spesso “quando ci vediamo?” alla fine non concretizzava mai la cosa, che non è mai e dico mai arrivato al punto di avanzarmi realmente una richiesta concreta. Pur chiedendomelo spesso non ha mai detto “Allora, tale giorno allora ci troviamo”, MAI. Mi ha sempre solo chiesto “Ma quando ci vediamo?” Io gli rispondevo che avremmo potuto vederci quando voleva eppure non ci siamo mai realmente visti. Avendo valutato già la situazione mesi fa e avendo visto che appunto non so concretizzava mai nulla diciamo che ho un po’ lasciato perdere e ho preso le distanze, di fatto non ci siamo sentiti per diversi mesi, poi un giorno mi vide in un pub e da lì diciamo che è tornato a farsi sentire, quella sera mi ha anche offerto da bere spiazzandomi, mi ha anche scritto la sera stessa dicendo di non prendere impegni in settimana, ma comunque non ci vedevamo. Il suo era più un dirmi “Io sto andando in questo posto X con dei miei amici, tu sei da queste parti? Oppure vieni?” Onestamente in una situazione del genere non avrei saputo come comportarmi, probabilmente avrei preferito uscire da soli, quantomeno nella prima uscita. Non so se sbaglio…vorrei un suggerimento anche in questo…Nonostante tutto continuavamo comunque a sentirci, in maniera costante e questa volta a differenza della volta scorsa in cui probabilmente ero più lucida mi son fatta coinvolgere di più ed è come se realmente aspettassi che mi chiedesse di uscire. Forse aspettava che glielo chiedessi io? Questo non lo posso sapere, ma purtroppo sono molto orgogliosa e forse non lo facevo per questo o semplicemente perché preferivo lo facesse lui. Man mano abbiamo iniziato a sentirci sempre meno e dopo un po’ di conversazioni che non mi sapevano di nulla ho deciso di non rispondere più e da lì non si è più fatto sentire. La cosa che mi fa star più male adesso è che proprio ieri ho visto una storia, dopo due settimane che non ci sentiamo più, con una tipa in atteggiamenti molto affettuosi…ecco, aver visto quella storia credo abbia scatenato in me un misto tra delusione, ansia e forse anche rabbia. Mi sento ferita…e razionalmente parlando probabilmente sarà anche una reazione esagerata dato che in fin dei conti tra noi non ci è mai stato nulla, ma emotivamente parlando è realmente ciò che provo. Penso costantemente a quella storia e al fatto che forse mi son mostrata troppo rigida io nei suoi riguardi , non so se aspettava qualche passo da parte mia, ma soprattutto mi sento non altezza e sbagliata…avrei dovuto fare qualcosa in più? Ho sbagliato io o semplicemente se realmente avesse voluto m avrebbe esplicitamente chiesto di vederci? A volte mi rendo conto come il mio essere troppo orgogliosa mi porti a cercare di mostrarmi forte  agli altri e mascherare le mie debolezze e mostrarmi impassibile, ma la verità è che ci son rimasta così male..dopo che mi ero allontanata la prima volta ero riuscita a tenere tutto sotto controllo, ma quando siamo tornati a sentirci ho apprezzato tutte le attenzioni che mi dava e mi son fatta trasportare dalla situazione e dal fatto di sentirci ogni giorno. Mi son sentita apprezzata da qualcuno e meno insicura…ora invece dopo ieri mi è crollato tutto addosso e sento nuovamente di aver fallito. Sarà per il mio orgoglio? Vorrei solo non pensarci più in questi giorni e ritornare ad essere la me forte di sempre. Grazie e mi scuso per lo sfogo.

Mary


Cara Mary,
ci sembra che tu stia facendo un errore di valutazione, l’essere dura non significa necessariamente essere forte, anzi, è come se dietro questa corazza si nascondesse proprio la tua fragilità. 
Da i tuoi racconti emerge che questo ragazzo più volte si sia esposto, scrivendoti costantemente, proponendoti di vedervi, dandoti degli appuntamenti, anche se non privati. A ben vedere tu cosa hai fatto per dargli adito di credere di essere corrisposto? Hai smesso di rispondergli, non ti sei presentata dove lui ti aveva proposto di vedervi. 
Nulla di sbagliata, per carità, ma prova anche a metterti nei suoi panni, forse gli sarebbe bastato un segnale da parte tua per esporsi di più. Ad ogni modo, non devi colpevolizzarti, probabilmente questo senso d’insicurezza e di inadeguatezza non ti ha permesso di spingerti oltre, forse non è il momento giusto. Piuttosto, cosa sta accadendo? Che periodo è?
Facci sapere.
Un caro saluto!

2022-03-22T10:53:40+01:00