regione lazio

Zingaretti lancia la campagna “No al vandalismo”

Roma – “Trenitalia Lazio ha speso 2,5 milioni, solo nel 2014, a causa di atti di vandalismo sui treni. Purtroppo questi atti si manifestano proprio quando mettiamo sui binari nuovi treni, come se ci fosse un’attrazione patologica, psichiatrica, per il vandalismo. Io denuncio questa situazione perche’ chi distrugge una poltrona, graffia una parete o rompe una lampada, in quel momento fa un danno ai cittadini”.Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante la consegna, a Nettuno, del 13esimo Vivalto.

“Sono atti che rovinano la qualita’ servizio perche’ rallentano, spesso, anche la frequenza dei convogli- ha spiegato Zingaretti- perche’ bisogna intervenire e questo costituisce un triste primato che noi dobbiamo combattere. I soldi per riparare quel danno provengono dalle tasse e dalla vendita dei biglietti. Quindi, da una parte, piu’ treni, piu’ veloci, piu’ posti, nuove stazioni, ma facciamo anche un appello per sensibilizzare”.

La Regione ha quindi realizzato una t-shirt con scritto ‘No al vandalismo’ che sara’ distribuita nelle scuole. “Inizieremo da li’- ha specificato Zingaretti- ma non perche’ penso che siano i giovani a fare atti di vandalismo. Apriremo una campagna nelle citta’ perche’ nel momento in cui decidiamo di voltare pagina e di andare incontro alla domanda di modernita’ e di qualita’ del trasporto pubblico, che e’ un diritto, e’ anche giusto che tutti i cittadini sentano un treno come proprio, perche’ non e’ di nessun altro se non della comunita’ che lo usa e che quindi ne deve averne cura”.