regione lazio

Zingaretti inaugura la sede di ‘Lazio Innova’

zingaretti sede lazio innovaRoma – Si chiama ‘Lazio Innova’ la societa’ per lo sviluppo della Regione Lazio, nata dalla fusione di 5 societa’, diventate una sola, e che ha una nuova sede in Via Marco Aurelio 26, a Roma. La struttura e’ stata inaugurata oggi dal presidente, Nicola Zingaretti, alla presenza del mondo imprenditoriale ed economico della Capitale. Per ridurre i costi e garantire maggiore efficienza, la Regione ha quindi chiuso le sedi delle societa’ affittate da privati (da 6 sedi – di cui 5 affittate – si e’ passati a 3, tutte di proprieta’ della Regione) ed e’ stato ridotto il numero dei dirigenti e delle consulenze.

“Queste operazioni sono state concluse in un anno, consentendo un risparmio di 4,8 milioni di euro nei costi di funzionamento della nuova societa’ rispetto al passato” ha detto il direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini. A questa somma si aggiungono circa 27 milioni di euro che la Regione Lazio risparmiera’ sul fondo di dotazione del gruppo previsto dal bilancio 2015-2017. Nel bilancio 2013 il fondo era pari a 40,2 milioni di euro. La Giunta prevede di ridurlo a 32,6 milioni nel 2015, 31 milioni nel 2016 e 30 milioni nel 2017.

“Oggi il Lazio compie un altro cambio di passo- ha spiegato Zingaretti- Questo luogo, chiuso da dieci anni e ora ristrutturato, diventera’ il polmone innovativo dell’economia romana. L’ambizione e’ di proporre speranza a chi vuole farcela, evitando che la Pubblica amministrazione non sia in grado di aiutare le persone. Ringrazio il Consiglio regionale che si e’ battuto per ottenere questo risultato”. Il governatore ha poi aggiunto che “i prossimi step saranno quelli di fondere Lazioservice con Lait, e creare una nuova societa’ che si occupera’ dei trasporti”.

Il compito di Lazio Innova e’ di “dare un impulso in piu’ all’economia del Lazio”, perche’ “e’ quello che le imprese si aspettano e si aspettavano anche in passato. Credo che il presidente Zingaretti ha trovato il punto giusto per rilanciare l’economia romana e laziale”. A dirlo e’ Valter Giammaria, presidente di Confesercenti Roma e Lazio. “Spero che in questi mesi a venire tutto quello che e’ stato programmato, gia’ realizzato e facilitato anche dai fondi europei, si metta a disposizione delle aziende e del rilancio della piccola e media impresa del Lazio- aggiunge Giammaria parlando con l’agenzia Dire- perche’ la nostra economia sta soffrendo, viviamo dei momenti molto drammatici, tra le imprese ci sono chiusure quotidiane. Si parla di migliaia di aziende e posti di lavoro che mancano”. Ecco, specifica infine il presidente di Confesercenti, “questo dovrebbe dare un impulso al rilancio dell’economia della nostra regione. Il Lazio in passato e’ sempre stata una regione trainante, speriamo di tornare a esserlo e che le nostre imprese siano fortificate per attuare quel rilancio che tutti ci aspettiamo e che tutto il mondo imprenditoriale sta aspettando”.

“E’ stato portato avanti un forte programma di semplificazione che va nella direzione della spending review e del miglioramento dell’efficienza dei servizi. Quindi, da questo punto di vista salutiamo con piacere questo processo di semplificazione che sicuramente sara’ capace di dare delle risposte, soprattutto alle imprese giovanili e a quelle che praticano l’innovazione”. A dirlo e’ Maurizio Stirpe, presidente di Unindustria.