regione lazio

La Regione Lazio per il cinema e l’audiovisivo

zingaretti eventoRoma – Un incontro per raccontare “lo sviluppo dell’industria dell’audiovisivo e i prossimi passi che la Regione portera’ avanti, in sinergia con gli altri attori del settore”. È stato questo il tema del convegno di oggi alla Casa del Cinema di Roma, indetto dalla Regione Lazio e Roma Lazio Film Commission sulle ‘nuove sinergie e opportunita’ per il settore cinema e audiovisivo’.

“Una giornata in cui abbiamo riunito tutti gli attori del mondo del cinema per discutere dello sviluppo di questo comparto- ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- e da tempo questo non accadeva. Questo perche’ noi siamo convinti che l’audiovisivo e’ la prima industria creativa del Lazio ed e’ per noi una priorita’. A sostegno di questa ci sara’ il fondo regionale, quelli europei e il bando di 5 milioni per le co-produzioni. L’audiovisivo sara’ protagonista del progetto di reindustrializzazione del Lazio”.

Tra gli attori del settore il Mibact, il Mise e – appunto – Film Commission Roma e Lazio. Luciano Sovena, presidente Film Commission ha sottolineato che “la ripresa del settore sia per quel che riguarda le produzioni nazionali che internazionali”, e da quest’ultimo punto di vista “a confermare il trend positivo e l’attrattivita’ del territorio – ha spiegato Sovena- le recenti produzioni di Spectre – 007, Ben Hur e Zoolander 2”.

Produzioni estere e non solo, quindi “per raccontare le bellezze della regione che non si esauriscono alla citta’ di Roma- ha ripreso Zingaretti- ma che comprendono un territorio che non sempre e’ apprezzato. Il cinema e l’audiovisivo (che comprende anche corto e lungometraggi, documentari, web, serie tv e show televisivi ndr) e’ un’occasione anche da questo punto di vista”. Ma l’audiovisivo e’ anche formazione. Film Commission e’ attiva con diverse iniziative a riguardo come: “le lezioni di cinema, Cine-campus-Masterclass o il progetto ‘Torno subito’ che da’ agli studenti laziali la possibilita’ di vivere un’esperienza formativa all’estero prima di rientrare sul territorio”. A tal proposito, “una delle prossime iniziative del progetto- ha aggiunto Sovena- sara’ il Marocco”.

“Cambieremo alcune cose che non mi stanno bene. Io sono un appassionato di cinema, e resto fino alla fine, ma il logo del supporto della Regione Lazio andrebbe messo nei titoli di testa e non di coda. Sara’ messo all’inizio, lo metteremo nel contratto. Sono soldi pubblici, ed e’ giusto che i cittadini lo vedano”. “Film Commission- ha concluso Zingaretti- promuovera’ un tavolo di confronto e consultazione con tutti gli attori del mondo dell’audiovisivo. Puo’ sembrare strano ma nel Paese e nella Regione di Fellini, della grande bellezza e che dopo tanti anni portera’ 4 pellicole al festival di Cannes, questo strumento non c’e’. La cosa importante e’ che noi stiamo facendo tutto con il Mise e con il Mibact e anche questa e’ una grande novita’”.