regione lazio

Presentato “Micart”, il corso gratuito di alta formazione in tecniche di management per l’impresa creativa e le arti contemporanee

zingaretti-maxxiRoma – Sono 36 i giovani (24 donne e 12 uomini con un’eta’ media di 24 anni) diplomati o laureati selezionati per ‘Micart’, il primo corso gratuito di alta formazione in tecniche di management per l’impresa creativa e le arti contemporanee.

A presentare l’iniziativa questa mattina, al Maxxi, il presidente della Fondazione, Giovanna Melandri, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il vice president communication and public affairs, Eric Gerritsen e il rettore dell’Universita’ di Tor Vergata, Giuseppe Novelli. ‘Micart’ e’ finanziato dalla Regione Lazio e promosso da Sky Italia, che offrira’ ai tre migliori studenti uno stage retribuito di sei mesi.

Nel dettaglio, ai 36 studenti verranno forniti gli strumenti per comunicare l’arte attraverso tutti i media, mettendo in relazione le varie forme ed espressioni di arte moderna con quelle della comunicazione audiovisiva ed evidenziandone le reciproche contaminazioni. Il percorso formativo prevede 300 ore di lezione in aula finanziate dal fondo sociale europeo 2007-2013 attraverso un bando della Regione Lazio ‘Progetti pilota nei settori dell’arte e della cultura’ e si fonda su un metodo innovativo per il trasferimento delle conoscenze creando una commistione tra la teoria e la pratica.

“Oggi e’ un altro tassello di una strategia sul ‘Lazio Creativo’ che vuole aiutare la formazione di una classe dirigente di giovani del Lazio, valorizzando il talento e il merito- ha detto Zingaretti- Con Sky, Maxxi e Tor Vergata abbiamo recuperato le risorse europee che stavano tornando a Bruxelles per formare dei manager dell’impresa creativa e delle arti contemporanee. Noi siamo il Paese piu’ bello del mondo, con musei, creativita’, arte contemporanea e del passato, industria dell’audiovisivo: e’ importante avere un management in grado di governare questa ricchezza”. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha quindi sottolineato che “vogliamo offrire questa opportunità a ragazze e ragazzi che gratuitamente parteciperanno a questo corso, a contatto con un grande partner produttivo come Sky, attore dinamico della produzione televisiva e che penso rappresenti insieme al Maxxi e a Tor Vergata un valore aggiunto. E’ un altro bell’esempio di come l’Europa utilizzata bene aiuta a crescere”.

La presidente della Fondazione Maxxi, Giovanna Melandri, ha spiegato che “questa operazione e’ nel dna del Maxxi. La nostra vocazione di essere centro di ricerca e formazione si ribadisce attraverso questa esperienza. Per questo corso, strutturato in 4 moduli, non ci siamo limitati a lezioni frontali, ma affianco a questo abbiamo previsto attivita’ di laboratorio e project works. Ci piace, inoltre, sottolineare il fatto che le attivita’ espositive del museo saranno parte integrante del programma. I giovani studenti parteciperanno alla gestione dei nostri eventi e degli spazi espositivi”. L’alleanza con Sky per questo corso “e’ inedita- ha concluso Melandri- ma mi auguro sia il primo passo di una progettualita’ che puo’ continuare e che mettera’ al centro sempre di piu’ giovani ragazzi e ragazze creativi e con voglia di fare di questo Paese”. Il vice president communication and pubblic affairs di Sky Italia, Eric Gerritsen, ha infine spiegato che “aiutare i ragazzi a far emergere il loro talento in un Paese che tende a rinunciare e’ ancora piu’ importante. Non dovete rinunciare- ha detto ai corsisti- ma tirare fuori la vostra creativita’ e il vostro talento e noi vi aiuteremo, perche’ questo portera’ beneficio a tutto il Paese. La vostra forza sara’ il vostro talento”.

“Abbiamo l’ossessione di proporre un modello di sviluppo al centro del quale c’e’ la conoscenza, la formazione e l’innovazione. Tutto quello che stiamo facendo, anche recuperando soldi che sarebbero andati persi, corrisponde a questa logica”. Lo ha detto il vice presidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, intervenuto al Maxxi. “L’idea c’e’ sembrata subito eccellente perche’ mette insieme istituzioni di livello e da’ l’opportunità ai ragazzi di fare una esperienza gratuita, monitorata dal pubblico, di sei mesi, dentro una realta’ produttiva come Sky che investe in maniera decisa su questa opzione- ha spiegato Smeriglio- l’idea che il modello produttivo debba investire anche sul talento ci vede d’accordo, ma il talento deve essere accompagnato dalla possibilita’ per tutti di fare questa esperienza. Farla gratis, sotto l’egida della Regione Lazio, per noi e’ un buon viatico”.