regione lazio

A Montefiascone riapre il Palazzetto dello sport

Roma – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha visitato il Palazzetto dello sport di Montefiascone, in provincia di Viterbo, al termine dei lavori di efficientamento energetico finanziati con 570 mila euro dalla Regione. Con Zingaretti erano presenti il sindaco Luciano Cimarello e il consigliere regionale del Pd, Enrico Panunzi. I lavori hanno previsto l’installazione di un impianto fotovoltaico con 240 pannelli sulla copertura del palazzetto con lo scopo di fornire energia elettrica necessaria a soddisfare parte dei consumi all’utenza alla quale e’ collegata. È stata isolata termicamente la copertura della struttura e degli spogliatoi, sono stati sostituti gli infissi e sono state isolate termicamente anche le pareti esterne, tutto questo per mantenere il piu’ possibile il calore all’interno dell’edificio. Sono state infine sostituite le valvole termostatiche dell’impianto di riscaldamento.

Gli interventi realizzati consentiranno un risparmio annuo per l’amministrazione comunale di circa 61 mila euro e una riduzione di 36.500 kg di CO2 emessa nell’atmosfera. Quello al palazzetto e’ uno dei 155 interventi finanziati con il bando sull’efficientamento energetico per gli edifici pubblici grazie al recupero dei fondi Por Fesr 2007-2013, con un investimento totale di circa 51 milioni di euro da parte della Regione Lazio. Nella provincia di Viterbo, per 26 interventi, la spesa e’ stata di 6,8 mln, circa 540 mila euro annui risparmiati dal Comune e 346 mila kg in meno di CO2 emessa.

“Ho capito che vanno di moda i disastri, invece viviamo in un momento in cui le cose cambiano quindi bisogna girare per i Comuni e Montefiascone e’ un esempio che le cose cambiano in meglio. Questo e’ uno degli interventi che con circa 600 mila euro per l’efficientamento energetico ha cambiato il volto del Palazzetto dello Sport”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, visitando il Palazzetto dello Sport. “Per il Comune questo vuol dire un risparmio di 60 mila euro l’anno, meno produzione di CO2, aumento della qualita’ della vita e dello sport e fondi europei spesi bene- ha spiegato Zingaretti- Quei fondi che non tornano a Bruxelles e stavano andando in disimpegno”. A chi gli chiedeva un commento sull’importanza dell’Europa, Zingaretti ha aggiunto: “Io penso che l’Europa debba cambiare e la risposta alle difficolta’, alle fragilita’ e alle timidezze sia quella di un rilancio del progetto europeo e dell’unita’ politica del nostro continente. Questo e’ anche uno degli obiettivi del nostro governo che io credo giustamente sta portando avanti con grande determinazione. Nel limbo dell’incertezza non si puo’ stare”.