regione lazio

Al via ‘Startup Europe Week’

Startup Europe Week (3)Roma – Rimborso dell’Irap per le start up, un investimento di 100 milioni di euro tra fondi europei e bilancio regionale, ampliamento del sito Lazio Innovatore e lancio del Premio Lazio innovatore per la primavera del 2016.

Sono le prossime azioni della Regione Lazio a favore del mondo dell’impresa innovativa, illustrate stamani nel corso dell’evento di apertura della Startup Europe Week del Lazio, un insieme di appuntamenti organizzati dalla Regione Lazio in collaborazione con Lazio Innova, Bic Lazio, Roma Startup e X23, che si svolgeranno da oggi al 5 febbraio in tutto il territorio regionale.

All’evento, nella sede di Lazio Innova, sono intervenuti il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Guido Fabiani e il direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini, oltre a rappresentanti di Unicredit, Bnl, Tim #Wcap, Enel Lab, Gala Lab, Wind, Ericsson, Cisco, Luiss Enlabs, PI Campus, Universita’ Roma Tre, Cnr e Asset Camera. Nei primi due anni e mezzo di attivita’, la Regione ha gia’ destinato 18,5 milioni di euro per le startup innovative, suddivise tra fondi europei e fondi regionali, risorse che hanno permesso di sostenere la progettualita’ di centinaia di startup. A questi si aggiungono 6,5 milioni che hanno sostenuto oltre 140 idee di impresa innovativa presentati da imprese femminili e giovani under 35.

“Oggi e’ una giornata importante, di grande soddisfazione. L’appuntamento di Roma che abbiamo promosso e’ risultato per numero di accreditati il piu’ grande di Start up Europe Week. In tutte le capitali europee ci sono appuntamenti come quello di oggi e’ quello di Roma e’ il piu’ grande per numero di imprese che si accreditano”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo all’apertura della Startup Europe Week nella sede di Lazio Innova a Roma. “Questo e’ un segno del riformismo che a Roma abbiamo praticato e che sta cambiando nel profondo Roma e la nostra Regione, una bella soddisfazione- ha aggiunto- Un’altra buona notizia e’ che parte una nuova stagione. Le aziende di start up non pagheranno l’Irap e quindi c’e’ una defiscalizzazione per chi scommette sul futuro, ci sono 100 milioni di euro a sostegno della nuova imprenditoria e soprattutto filiere di finanziamento e di sostegno a questa nuova economia che aiutano a fare massa critica con universita’, aziende e tutti gli attori del territorio. È una giornata molto molto molto importante”.

“Il primo degli interventi regionali per il 2016 sara’ il rimborso dell’Irap per le startup: una misura tramite cui verranno attivati i rimborsi fiscali per le startup innovative”. Lo ha annunciato l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Fabiani, intervenendo all’apertura della Startup Europe Week nella sede di Lazio Innova a Roma. “La Regione ha infatti istituito un fondo per la riduzione della pressione fiscale a carico delle imprese start-up innovative con una dotazione di 1 milione di euro l’anno per il triennio 2016-2018- ha spiegato Fabiani- l rimborso fiscale, che sara’ totale o parziale a seconda del numero delle domande pervenute, riguardera’ l’Irap dei primi due esercizi fiscali”. Fabiani ha sottolineato che “in questi anni abbiamo avuto un’attenzione primaria alle startup che sono uno strumento di crescita, innovazione e impresa. Il Lazio e’ un vivaio in questo settore”. Per quanto riguarda la nuova programmazione 2014-2020 per le startup, gli spin off di ricerca e le imprese innovative, “la somma complessiva a disposizione e’ pari a 100 milioni di euro tra fondi europei e bilancio regionale- ha continuato Fabiani- I primi bandi partiranno nei prossimi mesi e le risorse saranno ripartite in questo modo: 20 milioni di euro saranno destinati a sostenere le idee di impresa e gli spin off della ricerca nella loro prima fase di impostazione per attrarre investitori, 70 milioni di euro andranno al sostegno degli interventi nel capitale di rischio e 10 milioni di euro saranno utilizzati per incrementare le risorse destinate ai bandi per la reindustrializzazione previsti dall’estate 2016”.

Fabiani ha poi sottolineato che “a breve sara’ pubblicato il regolamento del ‘Premio Lazio Innovatore’, al quale potranno partecipare tutte le startup iscritte al sito”. I premi, previsti per la primavera del 2016, consisteranno in un “pacchetto Startup” costituito da pitch con un gruppo di potenziali investitori realizzato e gestito da Lazio Innova; essere ospitati per un periodo all’interno di uno Spazio Attivo Bic Lazio o di un hub/acceleratore convenzionato con Lazio Innova; consulenza di esperti su aspetti organizzativi/finanziari.