Caivano, giornata d’esami per la scuola alberghiera

ROMA – Per i ragazzi dell’Istituto Morano di Caivano oggi finisce il triennio con il conseguimento della qualifica regionale alberghiera. Gli studenti hanno messo in pratica le competenze acquisite nel campo dell’accoglienza, gestione e food and beverage, simulando un evento da grande struttura ricettiva. Sono trenta complessivamente i ragazzi che oggi hanno sostenuto l’esame regionale di qualifica alberghiera, titolo che gli consente di dimostrare una competenza riconosciuta a livello internazionale e che puo’ aiutarli gia’ da ora ad entrare nel mondo del lavoro.

L’esame si divide in tre momenti, quanti sono gli indirizzi specifici della scuola: ricevimento, sala-bar e cucina. Anna, iscritta all’indirizzo specializzato nell’accoglienza, racconta alla Dire: “Abbiamo dato il massimo oggi, cercando di curare tutti i dettagli. Certo, forse l’emozione in alcune cose ci ha tradito ma siamo comunque molto soddisfatti di come abbiamo curato i clienti”.

Antonio, invece, spiega dell’alta concentrazione che ci vuole in cucina, e del tempo che richiede ogni piatto: “Cerchiamo di rispettare ogni indicazione del disciplinare di antipasti, primi e secondi. Non manchiamo comunque di cercare di innovare alla tradizione. Oggi, per esempio, proponiamo un dolce tipico come il baba’ con aggiunta di cherry”.

Indaffaratissime le ragazze della sala, a loro tocca la gestione e la buona riuscita dell’evento agli occhi degli ospiti, “Facciamo attenzione a ogni minimo dettaglio”. Esprime soddisfazione la preside Eugenia Carfora rilevando la crescita della scuola alberghiera: “Io l’ho voluta fortemente, lanciando il segnale che il professionale e’ utile ma soprattutto formativo. Quest’anno siamo migliorati, tuttavia voglio fare arrivare un pensiero a tutti quei ragazzi che l’esame oggi non l’hanno fatto perche’ hanno superato il limite delle assenze, la scuola puo’ e vuole aiutarvi. Siamo qui per questo”.