regione lazio

Garanzia Giovani, Regione incontra gli studenti dell’Istituto Agrario di Latina

Roma – Promuovere tutti gli strumenti messi a disposizione della Regione Lazio finalizzati all’inserimento nel mercato del lavoro, anche in agricoltura. Con questo obiettivo, stamattina, gli assessori regionali Lucia Valente e Carlo Hausmann – rispettivamente al Lavoro, Pari opportunita’ e Personale e all’Agricoltura, Caccia e Pesca – hanno incontrato gli studenti dell’Istituto Agrario di Latina San Benedetto e alcune aziende agroalimentari del territorio.

L’appuntamento, primo di una serie di incontri programmati nelle province del Lazio, si e’ svolto presso la Casa dell’Agricoltura della Regione Lazio, aperta a Luglio del 2014 in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana. “Abbiamo la responsabilita’- ha detto l’assessore Lucia Valente agli studenti del V anno dell’Istituto San Benedetto- di facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. La Regione Lazio mette a disposizione la Garanzia Giovani, sostenuta da un finanziamento di 137 milioni di euro.

Il programma europeo prevede un pacchetto di politiche attive per il lavoro, alcune delle quali da mettere in atto gia’ durante il periodo scolastico. Penso ad esempio all’Apprendistato di primo livello, che nell’ambito del sistema duale, consente di abbandonare la vecchia logica del “o si studia o si lavora”. Altre opportunita’ per i disoccupati fino a 29 anni sono costituite dai tirocini retribuiti extracurriculari di 6 mesi o gli incentivi per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialita’”.

“L’agricoltura oggi offre molte opportunita’ per fare esperienze di lavoro- ha sottolineato l’assessore Carlo Hausmann- L’azienda agricola moderna oggi e’ un’azienda multidisciplinare, questo significa che all’interno di essa le applicazioni dell’agricoltura non riguardano soltanto le produzioni alimentari destinate ai mercati, ma anche un largo ventaglio di servizi utili alle comunita’ e al territorio: dalle fattorie didattiche, all’agricoltura sociale, ai servizi di accoglienza agrituristica. Oggi alla Casa dell’Agricoltura abbiamo voluto portare diverse testimonianze per dimostrare ai ragazzi la molteplicita’ di progetti che possono nascere e svilupparsi intorno all’agricoltura, e sottolineare anche quali sono i grandi temi su cui e’ possibile avviare nuove attivita’ imprenditoriali. La diminuzione dell’impatto dei fitofarmaci, il miglioramento della fertilita’ dei terreni, lo sviluppo delle agro-energie diffuse, le produzioni biologiche, le produzioni destinate al mercato salutistico, queste sono solo alcune delle applicazioni su cui poter convogliare energie, talento e nuove idee. Oltre a Garanzia Giovani, l’assessorato all’agricoltura della Regione Lazio ha anche lo strumento del PSR in grado di offrire opportunita’ occupazionali ai giovani. Ricordo infatti la misura 6.1, attualmente aperta, che sostiene le start up di imprese agricole con un fondo perduto di 70.000 euro, e la misura 6.2 che avvieremo presto per favorire le attivita’ multifunzionali legate all’agricoltura”.

Nella provincia di Latina i centri per l’impiego accreditati dalla Regione Lazio e coinvolti nella Garanzia Giovani sono 5: a Cisterna di Latina, Fondi, Formia, Latina e Sezze Scalo. Un giovane che non studia e non lavora, dopo l’iscrizione e la sottoscrizione di un” patto di servizio” viene indirizzato entro 4 mesi a programmi di orientamento, formazione e inserimento al lavoro. Nel caso dell’attivazione di un tirocinio extra curriculare, la Regione finanzia parte dell’indennita’ mensile del tirocinante (fino a 300 euro al mese) per un massimo di 6 mesi; all’impresa che assume, invece, elargisce un bonus fino a 12 mila euro.