la scuola per ricominciare

La vita ad Arquata un mese dopo

Arquata del Tronto – E’ passato un mese esatto dal terremoto che il 24 agosto scorso, alle 3.36 di notte, ha fatto tremare violentemente l’Italia centrale, devastando letteralmente i centri di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto. Il sisma, di magnitudo 6.0, aveva l’epicentro ad Accumoli in provincia di Rieti e ha colpito soprattutto il Lazio, le Marche e l’Umbria.

Due giorni fa siamo stati ad Arquata del Tronto per toccare con mano come si vive a un mese da quella tragica notte. Le crepe, gli edifici ancora aperti, la scuola dentro il tendone, i bambini, il biliardino nella tendopoli e i tentativi di normalità di chi non potrà mai dimenticare quella notte.

Ecco la nostra fotogallery:

Foto credits Stefano Costa