regione lazio

Presentato ‘Fondo futuro’

zingarettiRoma – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il vicepresidente, Massimiliano Smeriglio, hanno presentato a Roma, alla Casa del jazz, ‘Fondo futuro’, il fondo regionale per il microcredito e la microfinanza: un intervento di erogazione di finanziamenti a tasso agevolato a chi ha un’idea imprenditoriale ma ha difficolta’ di accesso al credito bancario. Il programma della Regione prevede lo stanziamento di 35 milioni di euro, dal Fondo sociale europeo 2007-2013, per una stima di circa 3.500 progetti di avvio di nuove imprese o realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti. Il fondo sara’ accessibile fino al 14 ottobre 2016.

“L’obiettivo- ha spiegato Smeriglio- e’ quello di concedere finanziamenti a tasso agevolato per sostenere imprese esistenti, nuovi progetti e nuove esperienze imprenditoriali affinche’ possano affermarsi sul mercato”. Il fondo si rivolge a microimprese, in forma di societa’ cooperative, societa’ di persone e ditte individuali, costituite e gia’ operanti, ovvero in fase di avvio di impresa che abbiano o intendano aprire sede operativa nella regione Lazio; soggetti titolari di partita Iva, anche non iscritti ad albi professionali, con domicilio fiscale nella regione Lazio.

Nell’ambito della programmazione delle risorse disponibili sono stati individuate alcuni target prioritari: 3 milioni per i soggetti che abbiano eta’ inferiore ai 35 anni non compiuti; 5 milioni per i soggetti che abbiano partecipato alle iniziative regionali ‘Torno subito’, ‘In studio’ e ‘Coworking’; 5 milioni per i soggetti che abbiano reddito Isee non superiore a 21.265,87 euro; 5 milioni per i lavoratori svantaggiati, definiti dall’articolo 2 del Regolamento Ue 651/2014; 2 milioni per i soggetti che abbiano eta’ superiore a 50 anni. I restanti 15 milioni saranno destinati a tutti gli altri target. I progetti idonei potranno beneficiare di prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, con una durata da definire caso per caso e comunque non oltre gli 84 mesi, incluso l’eventuale preammortamento. Sono ammissibili le spese relative al progetto presentato, che andra’ realizzato entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito.

Fondo Futuro e’ una rivoluzione, perche’ permette l’accesso al credito a un tasso dell’1% a tutte quelle piccole e nuove imprese che per il sistema attuale non sono bancabili, che non potrebbero mai ottenere un accesso al credito per avviare o sostenere un’impresa”, ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Il fondo non richiede ne’ garanzie personali, ne’ garanzie particolari: si tratta di fondi europei che stavano tornando a Bruxelles e che abbiamo rimodulato per aiutare chi vuole fare impresa in questa regione- ha spiegato Zingaretti – forte della propria voglia di produrre, scommettere, creare nuove aziende, locali o attivita’ e che finora non aveva opportunita’ di poterlo fare, perche’ il sistema di credito tradizionale non glielo consentiva. Si rivolge a chi va in banca e si trova nella situazione in cui gli si richiedono garanzie, che se avesse, non si rivolgerebbe a una banca. Ci auguriamo di essere vicini alle persone e di portare nel mondo produttivo una nuova leva di imprese”.