regione lazio

Regione Lazio al fianco dell’Einaudi di Roma per progetto alternanza scuola-lavoro

Roma – L’alternanza scuola-lavoro come opportunita’ per promuovere l’espressione artistica e la cultura dell’integrazione tra normodotati e disabili. Questo l’obiettivo della partnership tra l’istituto tecnico ‘L. Einaudi’ di Roma e la prima accademia al mondo di spettacolo per ragazzi disabili e normodotati ‘L’arte nel cuore’, presentato nella scuola della Capitale alla presenza del vicepresidente e assessore a Formazione, Ricerca, Scuola e Universita’ della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, del responsabile Comunicazione dell’Universita’ Niccolo’ Cusano, Gianluca Fabi, e della presidente della onlus ‘L’arte nel cuore’, Daniela Alleruzzo.

“Quello presentato all’istituto Einaudi di Roma e’ il primo progetto di alternanza scuola-lavoro che la Regione Lazio ha patrocinato esplicitamente proprio perche’ ci convince l’approccio. Progetti come questo sono esemplari perche’ tentano di far emergere e valorizzare il talento, quello che i ragazzi spesso hanno dentro e non espongono. La scuola non deve essere solo un’occasione di professionalizzazione ma anche di espressione dell’identita’ umana a 360 gradi”. Questo il commento a diregiovani.it del vicepresidente e assessore a Formazione, Ricerca, Scuola e Universita’ della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio. Il progetto vedra’ 15 studenti dell’istituto capitolino impegnati per un anno a frequentare i corsi di recitazione, danza o musica offerti dall’accademia gratuitamente grazie all’assegnazione di borse di studio. Scopo del progetto valorizzare le attitudini personali di ciascuno studente, fornendo un’adeguata formazione nell’ambito dello spettacolo, ma allo stesso tempo promuovere una cultura dell’incontro e dell’integrazione tra normodotati e disabili. “L’alternanza scuola-lavoro- aggiunge Smeriglio- sta muovendo i suoi primi passi e per questo va assolutamente monitorata, per misurare i risultati sul medio-lungo periodo. Nell’alternanza ci sono cose straordinariamente positive, ma possono esserci anche delle trappole”.

Smeriglio parla di un “cambiamento epocale” in atto nelle scuole, motivo che ha spinto la Regione Lazio ad avviare un monitoraggio, “per non fare dell’alternanza scuola-lavoro un’occasione sprecata e promuovere cio’ che funziona, offrendo il meglio ai ragazzi”. Questo progetto ha ottenuto il patrocinio “anche perche’ mette insieme delle eccellenze: l’istituto Einaudi che capta energie e le porta nella scuola, rafforzando la dimensione pubblica della scuola, e ‘L’arte nel cuore’. Bisogna essere esigenti nella scuola pubblica- conclude Smeriglio- puntare al meglio e non solo a occasioni di formazione ordinaria”.