la scuola per ricominciare

‘Siae per Amatrice’

Roma – Un sostegno concreto alla ripresa delle attivita’ formative e culturali di Amatrice: con questo obiettivo la Siae ha siglato un protocollo d’intesa con il Comune laziale colpito dal sisma dello scorso 24 agosto, per il progetto ‘Siae per Amatrice’, patrocinato dal Mibact e presentato oggi nel corso di una conferenza stampa a Roma. Amatrice e’ la localita’ piu’ danneggiata tra le tante che sono andate parzialmente o totalmente distrutte in seguito ai terremoti che si sono verificati nell’Italia centrale a partire proprio da quel terribile 24 agosto, ed e’ anche la citta’ che ha contato il maggior numero di vittime all’indomani della tragedia.

In apertura della conferenza stampa, riporta una nota della Siae, il ministro dei Beni e delle Attivita’ culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha inviato il suo saluto: “La cultura e’ da sempre l’essenza e l’anima di una comunita’, un elemento fondante al quale le persone si rivolgono nei momenti cruciali per ritrovare le radici della propria appartenenza e le energie necessarie per un nuovo inizio. Per questo l’impegno di Siae nelle diverse iniziative in favore di Amatrice e’ un gesto concreto per la ricostruzione. Da oltre un mese, grazie a Siae e a tutte le istituzioni coinvolte, i suoi abitanti hanno ritrovato un luogo di aggregazione e condivisione capace di portare riflessione, svago e intrattenimento, ossia una sala cinematografica. Presto, sempre con il sostegno di Siae, riprendera’ la formazione musicale degli studenti e verranno istituite borse di studio per stage all’estero per gli allievi del liceo scientifico turistico internazionale, insieme a altri progetti che aiuteranno a mantenere alta l’attenzione su Amatrice. Nel porgere a tutti voi il mio personale saluto, auguro pertanto ogni successo a Siae per Amatrice”.

L’accordo tra il Comune di Amatrice e Siae “ha un alto valore reale e simbolico per quest’area cosi’ duramente colpita e segnata dal terremoto- ha commentato Gaetano Blandini, direttore generale Siae- Attraverso le attivita’ che abbiamo posto in essere e quelle che realizzeremo nei prossimi mesi vogliamo infatti dare un contributo concreto per la ripresa, nella convinzione che la cultura e’ la base attraverso cui passa ogni ricostruzione. In questi mesi abbiamo instaurato un forte rapporto di collaborazione con il sindaco Sergio Pirozzi con il quale abbiamo messo a punto un calendario di attivita’ per la comunita’ di Amatrice”.

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha voluto ringraziare Siae “perche’ dal momento in cui ci siamo incontrati ha cominciato a lavorare su iniziative tangibili, che hanno permesso alla mia gente di poter affrontare la quotidianita’ guardando al domani. Mi riferisco per esempio alla sala cinematografica, che consente di trascorrere qualche ora di svago al cinema durante le lunghe giornate di lavoro, grazie alla visione di un film o di una partita della propria squadra del cuore, ma anche alla web radio e a tutte le attivita’ rivolte agli studenti; progetti che danno l’opportunita’ ai nostri giovani di unirsi e grazie alla musica di proiettarsi nel futuro, di studiare all’estero e confrontarsi con ragazzi di altre nazioni. Un evento a cui teniamo particolarmente e’ ‘Amatrice nel cuore’, un pomeriggio in cui la musica, interpretata da grandi artisti di livello internazionale, diventera’ incontro, ricordo ed emozione ripensando ai nostri affetti che non ci sono piu’ ma che sono sempre accanto a noi”.

Una delle iniziative previste dal calendario di attivita’ sostenute da Siae coinvolge Luca Barbarossa, che sara’ l’anima artistica e organizzativa di un pomeriggio di musica, denominato ‘Amatrice nel cuore’. Il prossimo 27 agosto, a partire dalle 14, tra i monti del Sacro Cuore, a 1300 metri di altitudine, alcuni grandi artisti daranno vita a un concerto acustico a contatto con l’ambiente: li’, per un pubblico seduto sull’erba, accolto nell’anfiteatro naturale della montagna, ci saranno un pianoforte a coda poggiato sul prato, gli strumenti non amplificati, le voci e la musica di Gianni Morandi, Carmen Consoli, Irene Grandi, Mannarino, Tosca e Luca Barbarossa, con il supporto della Social Band di Stefano Cenci al pianoforte e Claudio Trippa alle chitarre.

Lo stesso Luca Barbarossa ha raccontato cosi’ il senso artistico e la valenza emotiva del progetto: “Mi sta a cuore Amatrice, mi stanno a cuore tutte le persone che sono state colpite dal sisma, i piccoli centri, i dimenticati, le vittime, i loro cari, i sopravvissuti, gli amministratori che stanno cercando di rimettere in piedi non solo cio’ che e’ crollato fisicamente ma il tessuto emotivo, il piu’ difficile da ricostruire. In quest’ottica nasce ‘Amatrice nel cuore’, una manifestazione musicale pensata per rimettere insieme chi in questo anno si e’ dovuto allontanare da cio’ che gli e’ piu’ caro. Grandissimi artisti hanno messo il loro talento a disposizione di tutti coloro che vorranno esserci, per passare insieme una giornata di aggregazione, nel rispetto delle ferite del passato ma nel segno di un futuro piu’ sicuro”.

‘Siae per Amatrice’ e’ un impegno che la Societa’ italiana degli autori ed editori ha declinato sostenendo diverse realta’ che coinvolgono, in particolare, i giovani. A partire dal progetto triennale Insieme per la musica, indirizzato agli studenti delle scuole di I e II grado, che nasce con indirizzo prevalentemente bandistico e di conoscenza generale della teoria musicale e tendera’ principalmente alla formazione specifica di alcune forme musicali di facile apprendimento. La sede della scuola musicale di Amatrice e’ andata totalmente distrutta nel terremoto del 24 agosto e, grazie al contributo messo a disposizione da Siae, sara’ possibile acquistare gli strumenti e pagare il compenso degli insegnanti, che proporranno lezioni individuali e musica d’insieme. Per gli studenti del Liceo scientifico turistico internazionale di Amatrice, Siae contribuira’ invece con la copertura di 5 borse di studio per i prossimi 3 anni che consentiranno ai vincitori di frequentare un programma estivo all’estero della durata di 4 settimane, con l’Associazione Intercultura.

Nella difficile situazione che si trovano a vivere i cittadini di Amatrice, i mezzi offerti dal web possono rappresentare uno strumento fondamentale per raggiungere il maggior numero di persone e ricreare una sorta di piazza virtuale, ridando un’anima ad una comunita’ che vuole continuare a stare insieme. Per questo Siae si e’ fatta carico dei costi di licenza Web Radio della cittadina laziale per i prossimi 5 anni. Amatrice vuole ricominciare anche dal cinema per tornare a sperare in una vita quotidiana fatta anche dell’abitudine di vedere i film sul grande schermo. Grazie al contributo di Siae, due ragazzi saranno formati e contrattualizzati come operatori cinematografici/proiezionisti dal Centro Sperimentale di Cinematografia. Csc e Anica realizzeranno ad Amatrice una rassegna cinematografica al Palazzetto dello Sport, che dallo scorso mese di aprile ospita una sala cinematografica temporanea, in attesa del centro polifunzionale ideato e promosso da Raoul Bova.