regione lazio

Al via ‘Start Cup Lazio’

Start Cup LazioRoma – Al via Start Cup Lazio, la Business Plan Competition per le migliori idee di impresa ad alto contenuto tecnologico, legate da rapporti di collaborazione con le Università e i Centri di Ricerca del Lazio. L’edizione 2016 è promossa dai principali Atenei e Centri di Ricerca, Incubatori, realtà imprenditoriali, finanziarie e associazioni di categoria presenti nel Lazio.

In particolare: Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università degli Studi Roma 3, Università degli Studi di Cassino e del lazio Meridionale, LUISS Università Guido Carli, Università di Roma LUMSA, Università degli Studi Niccolò Cusano, CNR, ENEA Parco Scientifico Romano, Fondazione Inuit, Sapienza e Innovazione, CNA, Lazio Innova, BIC Lazio, Intesa Sanpaolo e Ambiente & Innovazione.

La Start Cup “Lazio”, organizzata nell’ambito del Premio Nazionale per l’innovazione, promosso da “PNIcube” (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition), è una competizione tra gruppi di persone (fisiche o giuridiche) costituiti da aspiranti imprenditori e/o da imprese singole o gruppi di imprese che si propongono di sviluppare prodotti e/o processi innovativi sulla base delle competenze scientifiche degli Enti di Ricerca che insistono sul territorio della regione Lazio. Obiettivo della Start Cup “Lazio” è favorire lo sviluppo economico del territorio di riferimento attraverso il sostegno alla nascita e insediamento di imprese innovative presso gli Incubatori, Spazi attivi e Fab-lab laziali.

I settori d’intervento, stabiliti nel regolamento del Premio Nazionale per l’innovazione, riguardano quattro categorie di premiazione:
• Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone);
• ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce,
social media, mobile, gaming, ecc.);
• IREN Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale,
tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia);
• Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti,
innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

Il Premio Nazionale prevede inoltre due menzioni speciali “trasversali” che verranno assegnate al miglior progetto di “Innovazione Sociale”, definito in base ai criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative (Legge 221/2012), ed al miglior progetto di “Pari Opportunità”, volto a favorire l’imprenditorialità femminile.

Sono ammessi a partecipare alla Start Cup “Lazio” le proposte presentate da gruppi di persone (fisiche o giuridiche) costituiti da:
• aspiranti imprenditori che abbiano un’idea di impresa innovativa e che intendano concretizzarla in prodotti e/o servizi attraverso la creazione ex-novo di un’impresa (impresa start-up), che coniuga in sé la presenza di persone formate dagli Enti di Ricerca promotori (Docenti e/o ricercatori; Dottorandi e/o titolari di assegni di ricerca di uno degli Enti di Ricerca promotori; laureati e/o dottori di ricerca che abbiano conseguito il titolo presso uno degli Enti di Ricerca; Studenti iscritti regolarmente al momento della pubblicazione del bando di partecipazione presso uno degli Enti di Ricerca promotori dell’iniziativa; personale tecnico amministrativo di uno degli Enti di Ricerca).
• imprese, costituite dopo il 1° gennaio 2016, o costituite nel corso del 2015, ma che non hanno ancora dichiarato l’inizio attività oppure che si sono costituite nel corso del 2015, ma che hanno fatto la dichiarazione di inizio attività in data posteriore al 1° gennaio 2016.
All’interno della compagine sociale, devono essere presenti anche persone fisiche con le seguenti caratteristiche:
• studenti universitari, dottorandi, specializzandi, titolari di assegni di studio e di ricerca e titolari di borse di studio di qualsiasi tipo destinate alla permanenza di giovani ricercatori;
• laureati, specializzati e dottori di ricerca provenienti dagli enti di ricerca promotori.
• persone fisiche o giuridiche che abbiano elaborato un’idea imprenditoriale innovativa e che intendano concretizzarla in collaborazione con i centri di ricerca promotori, in prodotti e servizi attraverso la creazione di un’impresa spin off, intesa come un’impresa formalmente partecipata dalle imprese originarie finalizzata allo sviluppo di produzioni innovative diverse da quelle delle imprese originarie.

C’è tempo per candidarsi fino alle ore 12.00 del 30 giugno 2016.

Per visionare il bando visitare il sito: www.startcuplazio.it