regione lazio

Zingaretti e Malagò consegnano attrezzature sportive in scuole di Roma

Roma – Palloni, racchette da ping pong, tappetini, elastici e divise. Tantissime le attrezzature richieste dalle scuole secondarie di secondo grado di Roma e del Lazio che hanno risposto all’appello della Regione attraverso il progetto ‘Scuola di Squadra’, finanziato con un milione di euro.

Obiettivo, dotare tutti gli istituti degli articoli necessaria a svolgere attivita’ sportive favorendo la diffusione di numerose discipline, soprattutto quelle considerate minori. A inaugurare ufficialmente il giro delle consegne nelle 230 scuole del Lazio, che si protrarra’ fino al termine di febbraio, tre istituti della Capitale: Orazio, Pacinotti e Giordano Bruno.

“Siamo qui oggi per portare ai ragazzi tutto cio’ di cui avevano bisogno- ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- Abbiamo capito che troppo spesso ci si dimentica delle cose semplici come reti, palloni e magliette. Inoltre, abbiamo gia’ accantonato 20 milioni di euro per un nuovo bando sull’impiantistica sportiva. E’ un piccolo segnale che le cose possono cambiare e vogliamo che lo sport diventi un diritto anche nei comuni piu’ piccoli del Lazio, perche’ e’ qui che si costruisce il futuro”. “Il progetto ‘Scuola di Squadra’ e’ una piccola ma rivoluzionaria iniziativa. E’ l’inizio di un tentativo di costruire nuclei sportivi che altrimenti non sarebbero mai nati: in un momento di crisi come questo dobbiamo investire nella scuola, perche’ qui c’e’ il futuro dell’Italia. Portare attrezzature sportive in tante scuole e anche in piccoli comuni del Lazio e’ una grande cosa- ha aggiunto Zingaretti- Oggi e’ una bella giornata perche’ manteniamo l’impegno preso e diamo il segnale che le cose possono cambiare in meglio”.

Presente anche il numero uno del Coni, Giovanni Malago’, che ha ricordato come il Comitato olimpico nazionale “non si dovrebbe occupare dello sport a scuola, ma in realta’ da qualche anno stiamo dando un grande contributo di presenza e moral suasion insieme alle autorita’ locali, perche’ ci rendiamo conto che altrimenti molti problemi della scuola non si risolvono”. A questo proposito, “siamo molto contenti quando troviamo un interlocutore come il presidente Zingaretti che un giorno mi ha chiamato e mi ha detto che aveva intenzione di fare qualcosa per le scuole”. Si tratta di un progetto “di cui sono orgoglioso e cercheremo di realizzarne il piu’ possibile. Le cose- ha concluso Malago’- non vanno annunciate, vanno fatte”.