regione lazio

Zingaretti inaugura palestra dell’Istituto Dante Alighieri di Roma

zingaretti istituto danteRoma – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato stamani la palestra dell’istituto comprensivo Dante Alighieri, a Roma, finanziata con 525 mila euro del bando sull’efficientamento energetico per gli edifici pubblici (139 interventi tutti terminati) grazie al recupero dei fondi Por Fesr 2007-2013, con un investimento totale di 30 milioni di euro da parte della Regione Lazio.

L’intervento prevede: pavimento riscaldato e l’installazione di una caldaia a condensazione; l’isolamento termico delle pareti e nuovi spogliatoi. Grazie a questi lavori si otterra’ un risparmio annuo per l’amministrazione comunale di 36 mila euro, una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 4,1 tonnellate l’anno e ovviamente un miglioramento del comfort termico della palestra. “Iniziano le aperture dei 16 cantieri che hanno avuto come cuore l’effcientamento energetico- ha detto Zingaretti- In questa scuola sono 525 mila euro di investimento, altri ce ne saranno di risorse della vecchia programmazione europea. Sono quei famosi soldi che rischiavano di tornare a Bruxelles e attraverso la riprogrammazione stanno diventando opere al servizio della citta’ e in questo caso del nostro impegno per essere vicini a questa grandissima Capitale che ha bisogno di una Regione che pensi alla sanita’, alle infrastrutture scolastiche e come vedrete presto anche la grande scommessa sulla mobilita’ su ferro”.

Soddisfatta la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi. “Noi abbiamo scuole dove stiamo raggiungendo il 100 per cento dell’efficienza. Quello che dovrebbe essere normale, e che sappiamo non e’, comprese le certificazioni.- ha spiegato- Con ulteriori fondi che arrivano sul bando dell’edilizia scolastica dobbiamo pensare anche a chiudere i lavori nelle scuole, perche’ quando esse sono sistemate completamente, ci costano meno in termini di manutenzione, e questo ovviamente ci permette di finirle tutte quante, perche’ se si lavora per emergenze i soldi non bastano mai. Sono 4 scuole: Dante (590 mila euro), la Leopardi (700 mila euro), la IV novembre (700 mila euro) e la Gianturco (350 mila euro)”.