esperti

L’alberghiero ti porta avanti con scienze della nutrizione umana, o meglio ankora dietologia?…

20-03-2012,Info varie ed eventuali,dietologia,Ho una vera confusione in testa.. ho fatto l’alberghiero… ora tutti mi dicono ke potrei iscrivermi all’università ke ho le capacità… ho la media dell 8.. ma a me piacerebbe psicologia.. ma l’alberghieo ti porta avanti con scienze della nutrizione umana.. o meglio ankora dietologia…?? cosa cambia tra gli utlimi due.. e che cosa si studia in qst facoltà?
ps_ a me piacerebbe mlt capire e risolvere i disturbi alimentari..tipo bulimia.. anoressia.. ma non so cosa scegliere help

,Emanuela, 18 anni,

Cara Emanuela,
cominciamo a fare chiarezza: il dietologo è un medico, laureato quindi in medicina e chirurgia, che si occupa, nello specifico, di nutrizione umana avendo frequentato e concluso la specializzazione in dietologia o in scienze dell’alimentazione umana.
Questa figura professionale ha, dunque, la facoltà di prescrivere una dieta ma anche di valutare, dal punto di vista clinico, le cause e gli effetti del sovrappeso e dell’obesità prescrivendo, all’occorrenza, anche dei farmaci.
Il corso di laurea triennale in scienze della dell’alimentazione e della nutrizione umana comprende, accanto alle materie scientifiche di base, insegnamenti più specifici, quali geografia dell’agricoltura, chimica degli alimenti e dei prodotti dietetici, tecnologie e legislazione alimentari, igiene e microbiologia degli alimenti nonché antropologia dell’alimentazione. Il percorso formativo permette in questo modo allo studente di acquisire competenze nell’ambito delle scienze della nutrizione fin dall’inizio degli studi e anche in funzione propedeutica al corso di laurea magistrale. Al termine del corso di laurea triennale il laureato possiede le competenze necessarie al proprio inserimento, con ruoli tecnici, nei laboratori di ricerca e di controllo di qualità degli alimenti, nelle professioni della ristorazione e nei programmi di educazione alimentare.  
Il corso specialistico, invece, fornisce ai laureati di varia provenienza (dietistica triennale, medicina, farmacia, biologia, agraria) conoscenze interdisciplinari sulle caratteristiche degli alimenti e il loro effetto sullo stato di salute, sia in relazione al contenuto di nutrienti, che alla sicurezza dal punto di vista igienico. Sono inoltre trattati aspetti economici, sociali e legislativi che permettono la formazione di una figura professionale (nutrizionista) capace di intervenire nei diversi campi affrontati dalla moderna scienza dell’alimentazione e nutrizione umana.
Nello specifico, c’è da dire che i DCA (Disturbi del Comportamento Alimentare) sono argomento di trattazione non solo in psicologia e in psichiatria, ma anche in endocrinologia, in gastroenterologia etc, in quanto comportano, nei soggetti in cui si instaurano, tutta una serie di alterazioni primarie o secondarie che vanno a colpire numerosi organi e apparati. Per queste ragioni sarebbe opportuno trattarli in un lavoro di èquipe, che prevede l’intervento di più figure professionali.
Per andare a fondo al problema, individuandone le cause e lavorando sul disagio che c’è dietro al disturbo e affrontarlo, serve un lavoro di pscicoterapia sul paziente. La figura professionale richiesta deve avere una laurea in psicologia e una specializzazione in psicoterapia.
Detto ciò, sta a te capire da quale punto di vista ti piacerebbe affrontare il lavoro, se medico o psicologico, dopodichè puoi decidere che strada intraprendere. Se sei motivata e pronta ad impegnarti, gli studi fatti finora non ti precludono nessuna scelta.
In bocca al lupo per il tuo futuro!